Piemonte verso il lockdown, dad anche in seconda e terza media e obbligo mascherina per tutti al banco

Stampa

Il Piemonte supera i 3000 contagi in un solo giorno e si avvia verso il lockdown. “Con gli attuali incrementi dei contagi nessun sistema sanitario al mondo può reggere”, afferma l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi.

La didattica a distanza, per quanto riguarda la scuola, in base all’ultima bozza del nuovo Dpcm, viene estesa anche alla seconda e alla terza media, con la mascherina che diventa obbligatoria per i bambini delle elementari e delle medie, anche quando sono seduti al banco.

Stop anche agli spostamenti: si potrà uscire di casa solo per “comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”, nonché per tutti quegli spostamenti “strettamente necessari” ad accompagnare i bambini a scuola.

Prevede “settimane difficili, delicate e dolorose” il governatore Alberto Cirio, che torna a chiedere “una prospettiva” al governo. “Possiamo chiedere un sacrificio ai piemontesi, l’ennesimo, ma solo se c’è una prospettiva – sottolinea – solo se diciamo che questo è il sacrificio per poi ripartire normali”.

Bozza

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili