Piemonte, task force Regione: “Prolungamento della didattica a distanza è scelta prudenziale”

Stampa

“Per la ripresa dell’attività didattica, si ritiene che possa essere ragionevole ipotizzare che il mantenimento delle didattica a distanza anche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado possa considerarsi una scelta prudenziale”.

Questa la posizione della task force di epidemiologi ed esperti della Regione Piemonte a corroborare la decisione del presidente Alberto Cirio sul prolungamento del divieto di didattica in presenza per gli ultimi due anni delle medie.

Una scelta prudenziale, spiegano, “secondo un principio di precauzione, in considerazione di un possibile maggiore rischio epidemiologico relativo alle prossime festività natalizie, considerato anche il contributo significativo che tale misura ha dato nell’inversione di tendenza del trend epidemico e alla luce dell’attuale base di rischio di infezione”.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese