Piemonte, l’assessore Icardi: “Giusto tenere i ragazzi delle medie a casa, i dati sui contagi ce lo confermano”

Stampa

“La decisione di tenere i ragazzi delle seconda e terza media a casa è stata presa per prudenza dopo aver visionato i dati dei nostri centri epidemiologici che ci hanno confermato, nei numeri, come il contagio si diffonda in maniera doppia tra i ragazzi delle medie e delle superiori rispetto ai bambini delle elementari”.

“Lo abbiamo deciso non senza difficoltà ma pensando che se tra i ragazzi il contagio si fosse molto diffuso in queste settimane, ci sarebbe stata probabilmente una forte ricaduta durante le vacanze di Natale, quando ci saranno più incontri tra i famigliari”.

Lo ha detto oggi l’assessore all’Istruzione della Regione Piemonte, Luigi Icardi in un incontro stampa.

“Abbiamo lavorato e stiamo lavorando – ha aggiunto – perché si possa tornare con la scuola in presenza dopo le vacanze di Natale e Capodanno”.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!