Piemonte come Lombardia e Veneto: autonomia differenziata anche per la scuola

Stampa

In piena concomitanza con la crisi di Governo che, se confermata nel suo iter Parlamentare poterà quanto meno alla caduta dell’Esecutivo in carica e quindi allo stop della realizzazione della autonomia differenziata, il Piemonte rivendica l’autonomia differenziata anche per la scuola.

Mette così un tassello burocratico per il futuro.

La Giunta Regionale ha approvato (il 9 agosto) una delibera con cui chiede al Governo “maggiore Autonomia differenziata su tutte le 23 competenze previste dagli articoli 116 e 117 della Costituzione e maggiori poteri legislativi e amministrativi su gran parte delle 13 materie già previste dalla precedente amministrazione“.

La notizia della delibera è stata pubblicata sul sito della Regione Piemonte, dove viene indicato anche il percorso del provvedimento all’interno della pubblica amministrazione competente.

Il Piemonte chiede maggiore autonomia su alcune materie, fra cui la ricerca scientifica, e maggiori poteri anche sulla disciplina dell’organizzazione e del rapporto di lavoro del personale dirigente, docente, amministrativo, tecnico e ausiliario delle istituzioni scolastiche e formative regionali, nel rispetto delle disposizioni statali in materia di ordinamento civile e dello status giuridico del personale della scuola, con particolare riguardo all’adozione di interventi sul personale docente, ivi compresa la definizione dei criteri per l’attività di reclutamento regionale e la sua successiva attuazione.

Potenziare la nostra richiesta di autonomia – ha commentato il presidente Alberto Cirio – era uno dei primi impegni del nostro governo e a soli due mesi dall’insediamento abbiamo già avviato un grande lavoro che ci permetterà di recuperare il tempo perduto e di affiancarci a Lombardia e Veneto nel rivendicare da Roma quello che spetta al Piemonte. Ora con il prezioso confronto in Consiglio regionale approfondiremo nel dettaglio questo progetto e insieme arriveremo alla proposta definitiva da presentare al Governo“.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico