Pidocchi, 50mila studenti tra i 2 e i 18 anni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Non c’è differenza di latitudine, il problema colpisce sia le regioni del Nord che quelle del Sud. A dirlo l’Ad,Kronos Salute per voce del pediatra di Milano Italo Farnetani, contattando 21 colleghi in tutta Italia

Il problema riguarda soprattutto i più piccoli, ma “asi sporadici si registrano anche alle superiori», spiega Farnetani”.

“Negli under 2 anni c’è una minor prevalenza di pediculosi – sottolinea – sia perché non tutti i bambini frequentano l’asilo nido, sia perché i contatti fra bimbi tanto piccoli sono meno ravvicinati e c’è una minor possibilità di manipolazione degli oggetti e di scambio degli indumenti”

La fascia di età più colpita va dai 3 agli 8 anni e inizia “verso la metà di ottobre, cioè un mese dopo l’inizio della scuola – precisa Farnetani – ed è prevedibile un incremento ulteriore nelle prossime settimane. Alla fine dell’anno scolastico – prevede – un milione e mezzo di alunni saranno stati colpiti”

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione