Piccolotti: “Con stipendi adeguati e strumenti tecnologici lo Stato sarà dalla parte degli insegnanti”

WhatsApp
Telegram

“L’autoritarismo e la paura non hanno mai portato a niente di buono se non a scavare ancor di più il fossato che sta tra la cattedra e i banchi”.

Così Elisabetta Piccolotti, deputata dell’Alleanza Verdi Sinistra.

“Se si vuole davvero dare un segnale agli insegnanti e far sapere loro che lo stato è dalla loro parte si aumentino i loro stipendi, li si regolarizzi più velocemente, si paghi anche i mesi estivi agli insegnanti precari, li si doti degli strumenti tecnologici per un insegnamento all’avanguardia, li si metta in condizione di insegnare anche nei contesti più difficili”. 

E ancora: “Da quest’anno solo chi ha 9 in condotta potrà accedere all’esame di maturità con il massimo dei crediti. A 18 o 19 anni secondo me si può essere irrequieti e meritare comunque il massimo alla maturità. Si può essere sfrontati e polemici, pur nei limiti dell’educazione, e molto preparati. Si può partecipare all’occupazione della scuola o organizzare una protesta e per questo prendere un voto in condotta più basso, e ottenere allo stesso tempo ottimi risultati scolastici, solo per fare qualche esempio. Non credo in una scuola in cui possano aspirare al massimo dei voti solo soldatini educati, né in una scuola in cui il compito da assolvere sia quello di preparare giovani ingranaggi per il mondo del lavoro, obbedienti e docili, facili da sfruttare”.

WhatsApp
Telegram

“Apprendimento innovativo”, un nuovo ambiente che permette al docente di creare un’aula virtuale a partire da una biblioteca didattica di contenuti immersivi. Cosa significa?