“Piccolo prestito” NoiPA, come e a chi richiederlo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pubblichiamo una breve guida relativa alla richiesta del “Piccolo prestito” che si può chiedere tramite il portale NoiPA. 

La guida NoiPA illustra cos’è il succitato prestito e come richiederlo.

Cosa

Il self service  “Piccolo prestito” permette all’amministrato di effettuare la richiesta di un piccolo prestito all’INPS – gestione ex INPDAP e di ricevere l’accredito dell’importo sul proprio conto corrente, con la conseguente applicazione della trattenuta sul cedolino di stipendio.

Perché

La funzionalità on-line sostituisce la modalità tradizionale per la richiesta del Piccolo prestito e consente di compiere le operazioni autonomamente via web senza la necessità di recarsi presso la propria amministrazione o presso gli uffici INPS.

Attraverso il self service è infatti possibile:

  • effettuare delle simulazioni preventive (per importo rata, per importo prestito, per durata del prestito)
  • presentare la domanda di “piccolo prestito”, compilando un modulo in cui sono già contenute e certificate le informazioni disponibili sui sistemi informativi dei servizi stipendiali
  • monitorare lo stato di avanzamento della pratica e visualizzare l’esito della richiesta .

In seguito all’approvazione da parte dell’INPS, le procedure di accredito vengono avviate in automatico da NoiPA e l’importo del prestito viene versato direttamente sul proprio conto corrente.

Chi, quando e dove

Il self service  “Piccolo prestito” è disponibile in qualsiasi momento per gli amministrati gestiti dal sistema NoiPA, in base al comparto di appartenenza, nella sezione “Self service” della propria area riservata.

Per utilizzare il servizio è necessario:

  • disporre delle credenziali di accesso al portale NoiPA (codice fiscale e password) oppure della Carta Nazionale dei Servizi
  • se si accede con codice fiscale e password, accertarsi di essere in possesso del codice PIN (riservato e identificativo del singolo amministrato) che dovrà essere inserito per convalidare le operazioni effettuate. Per conoscere tutte le informazioni relative al codice PIN vai alla pagina “PIN“.
  • disporre del conto corrente bancario o postale sul quale viene versato lo stipendio.

Maggiori informazioni – guide e video – sull’utilizzo del self service sono disponibili all’interno dell’area riservata e nella sezione dedicata ai video, all’interno dell’home page dell’area pubblica.

Ulteriori informazioni

Per saperne di più sui requisiti di richiesta del Piccolo prestito è possibile consultare la sezione Attività creditizie del sito INPS.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione