Piccola Università: innovazione e valorizzazione alla base di un progetto pioniere in Italia con tanto di “libretto universitario” e timbro ufficiale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Al suo secondo anno all’interno della Scuola Media “Walter Iozzelli” riparte il progetto della Prof.ssa Mariangela Coppola.

Un progetto che, come richiama il nome, si propone il compito di trasformare lo studio in uno “studio particolare”, più specialistico, che permetta di stimolare gli studenti a una maggiore motivazione, indirizzando l’offerta formativa alle loro diverse e specifiche esigenze.
Proprio come se si fosse appunto, in una piccola università.

Migliorare il metodo di studio, rendere più agevole il percorso scolastico, favorire il processo formativo, promuovere l’affezione degli alunni all’istituzione scuola come valore per la realizzazione del sè e valorizzare le eccellenze sono solo alcune, delle finalità generali di questa nuova avventura targata Iozzelli.

I destinatari del progetto saranno gli studenti di tutte le classi e a individuare i più meritevoli, ai quali sarà data la possibilità di potenziare le proprie conoscenze, saranno i docenti delle singole discipline impegnati nel progetto, ma spazio ci sarà anche alla libera volontà di partecipazione.

La scuola – dichiara Mariangela Coppola, docente referente – per divenire “buona scuola” ha l’obbligo di assicurare a tutti gli studenti il raggiungimento di alcuni livelli essenziali di competenza. Focalizzando l’attenzione sugli esiti degli studenti, intermedi e finali, si comprende che per fare ciò è necessario individuare aree di miglioramento ed azioni correttive, anche se ciò implica un cambiamento, con pratiche educative e didattiche innovative, modulando in maniera flessibile i processi e le attività degli studenti. Le attività della Piccola Università nascono dalla necessità di rispondere coerentemente all’esigenza di ampliare l’offerta formativa in funzione dei bisogni cognitivi individuali destinando un periodo di attività didattica al consolidamento e potenziamento dei loro livelli di competenze. I docenti delle varie discipline (Scienze e Matematica, Italiano e Lingue straniere), metteranno a disposizione delle ore per gli studenti al pomeriggio, svolengendo più corsi liberamente, oppure verranno indirizzati dagli stessi docenti alla partecipazione ai singoli corsi, avendo la precedenza sull’iscrizione rispetto ad altri. Gli insegnanti inoltre, potranno avvalersi della collaborazione di alunni motivati, delle classi terze e svolgere il ruolo di assistenti, aiutando i docenti nella stesura e nell’organizzazione della lezione monografica.

I Corsi attivati che i futuri piccoli universitari potranno seguire sono diversi e suddivisi in aree specifiche:

Per l’area linguistica:
“Creatività con metodo”, tenuto dalla Prof.ssa Elisa Sorini, attraverso il quale si potrà imparare a organizare le idee attraverso schemi originali, accattivanti e innovativi. Gli studenti potranno imparare a costruire schemi personalizzati con disegni, immagini, uso del colore e simboli.
“El Diccionario, una ayuda genial”, tenuto dalla Prof.ssa Laura De Pascalis, che punta a migliorare la gestione funzionale del dizionario per la lingua spagnola.
“Metodi e Strategie di traduzioni” del Prof. Andrea Coppini, durante il quale si approfondiranno le tecniche funzionali della traduzione.

Per l’area umanistica:
“CMAP” tenuto dal Prof. Alberto Ciampi, si occuperà della creazione in maniera semplice e intuitiva di mappe concettuali.
“Metodo Cornell” e “Tecnica del Pomodoro”, entrambi i corsi tenuti dalla Prof.ssa Mariangela Coppola, durante i quali gli studenti impareranno a prendere appunti in maniera efficace attraverso un metodo di studio nuovo di concentrazione.

Area logico – matematica:
“Disegno tecnico”, tenuto dal Prof. Claudio Dalla Rosa, che mirerà al potenziamento del disegno geometrico e tecnico.
“Labirintig”, tenuto dalla Prof.ssa Giulia Fiore, un corso che insegnerà agli studenti la possibilità di percorrere in modo autonomo e consapevole itinerari di ricerca su internet.

Per l’area artistica:
“Appuntamento con la fotografia”, tenuto dalla Prof.ssa Claudia Lepori, ideatrice del logo del progetto. Fotografia analogica e digitale, uso dello smartphone attraverso app accattivanti, consigli, tutoriale, trucchi e altri contenuti per chi ama la fotografia.

L’originalità di questa nuova iniziativa risiede anche nella creazione di un piccolo “libretto universitario”, simile ai veri libretti universitari, che verrà consegnato a ogni studente e che porteranno con loro ad ogni Corso e sul quale si vedranno apporre firma, voto e timbro, creato appositamente per il progetto dall’architetto Claudia Lepori.

Mariangela Coppola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione