Piano straordinario assunzioni: come si assegna il ruolo

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

La procedura per l'assegnazione del ruolo a ciascun docente che avrà presentato domanda per il piano assunzionale è definita sia dalla legge n. 107/2015, che dal dm 767/2015. Come si combinerà punteggio/preferenza?

La procedura per l'assegnazione del ruolo a ciascun docente che avrà presentato domanda per il piano assunzionale è definita sia dalla legge n. 107/2015, che dal dm 767/2015. Come si combinerà punteggio/preferenza?

Nella legge (e poi nel dm 767/2015) troviamo il seguente riferimento

"All'assunzione si provvede scorrendo l'elenco di tutte le iscrizioni nelle graduatorie, dando priorita' ai soggetti di cui al comma 96, lettera a), rispetto agli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento e, in subordine, in base al punteggio posseduto per ciascuna classe di concorso.

Per ciascuna iscrizione in graduatoria, e secondo l'ordine di cui al comma 100, la provincia e la tipologia di posto su cui ciascun soggetto e' assunto sono determinate scorrendo, nell'ordine, le province secondo le preferenze indicate e, per ciascuna provincia, la tipologia di posto secondo la preferenza indicata."

Lo schema della FLC CGIL

Un nostro esempio

Il sistema assegna l'eventuale ruolo tra le 100 province indicate nella domanda basandosi sul punteggio posseduto per ogni graduatoria in cui il candidato è inserito a pieno titolo. Partendo dalla classe di concorso in cui si ha maggior punteggio. L'ordine di preferenza indicato dal candidato è relativo.

Se

il candidato A con 100 punti A043 inserisce come prima preferenza la provincia X
il candidato B con 120 pp. inserisce la stessa provincia come terza preferenza
in assenza di candidati con maggior punteggio la provincia sarà assegnata al candidato B.

Ciò però non vuol dire che il candidato A non possa ottenere tale provincia, infatti è possibile che il candidato B sia stato già soddisfatto nella prima o seconda preferenza indicata nella domanda.

Non trovando posto per la graduatoria in cui si ha maggior punteggio, il sistema valuterà eventuali altre graduatorie e sempre in ordine di punteggio. A parità di punteggio tra i candidati si seguiranno i titoli di preferenza che sono riportati nella sez B "titoli posseduti".

Se un candidato è presente con più classi di concorso che hanno lo stesso punteggio, il nostro parere è che il sistema le valuterà in ordine così come compaiono nella schermata della domanda del candidato.

Si riceverà una sola proposta

Nella fase B il sistema informativo comincerà ad analizzare le preferenze a partire dalla classe di concorso con punteggio più alto e la tipologia di posto secondo la preferenza indicata (posto comune/sostegno).

Se si riceve proposta per quella, la domanda sarà "prendere o lasciare", non si passerà alle classi di concorso successive.

Solo se per la classe di concorso con punteggio più alto non ci sarà posto, il sistema passerà a quella con minore punteggio.

Solo se il sistema non trova collocazione per alcuna classe di concorso in fase B, il nominativo parteciperà alla fase C, ripartendo dalla classe di concorso con punteggio più alto.

Lo speciale di OrizzonteScuola.it sulle immissioni in ruolo 2015

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia