Piano scuola estate, domande Pon entro 21 maggio. Sport, musica, competenze: gli interventi finanziati

Stampa

Entro le ore 15.00 del giorno 21 maggio 2021, accedendo all’apposita area all’interno del sito dedicato al PON “Per la Scuola” 2014-2020, sarà possibile presentare la proposta progettuale. In totale per il piano scuola estate vengono messi a disposizione oltre 500milioni di euro: 320 sono risorse Pon, Programma operativo nazionale.

L’avviso Pon per partecipare

Interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti (Istituzioni scolastiche singole o in rete):

  • Educazione motoria, sport, gioco didattico
  • Musica e canto
  • Arte, scrittura creativa, teatro
  • Educazione alla legalità e ai diritti umani
  • Educazione alla cittadinanza attiva e alla cura dei beni comuni
  • Laboratorio creativo e artigianale per la valorizzazione dei beni comuni

Competenze di base (Istituzioni scolastiche singole o in rete, CPIA):

  • Competenza alfabetica funzionale (potenziamento della lingua italiana, scrittura creativa, comunicazione, etc.)
  •  Competenza multilinguistica (potenziamento della lingua straniera, delle lingue classiche, etc.)
  • Competenza in Scienze, Tecnologie, Ingegneria e Matematica (STEM) (potenziamento in matematica, scienze, tecnologia, etc.)
  •  Competenza digitale (potenziamento delle competenze digitali e di informatica, coding e robotica, tinkering e making, media education, etc.)
  • Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare (potenziamento di storia e geografia,
    potenziamento sulle competenze trasversali e l’orientamento, competenze di vita (life skills), etc.)
  • Competenza in materia di cittadinanza (educazione alla sostenibilità ambientale, alla legalità, alla cittadinanza attiva, laboratori di service learning, debate, hackathon, etc.)
  • Competenza imprenditoriale (educazione all’imprenditorialità, potenziamento delle attività di laboratorio professionalizzanti, etc.)
  •  Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale (educazione all’arte, al teatro, al cinema, alla musica, educazione motoria e sportiva, etc.)

L’avviso raccomanda il coinvolgimento nelle attività didattiche e formative di studentesse e studenti in condizioni di particolare fragilità, favorendone l’inclusione e la partecipazione attiva.

Per gli interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti saranno possibili fino a 3 moduli didattici.

I moduli didattici possono essere svolti in setting di aula flessibili e modulari oppure in contesti di tipo esperienziale o immersivo, anche all’aperto, nel rispetto delle norme sulle misure di sicurezza anti-Covid vigenti, favorendo la sinergia della scuola con le realtà istituzionali, culturali, sociali, economiche del territorio.

La sezione dedicata sul sito del Ministero

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur