Piano scuola estate, 24mila euro per ogni istituto. Il Pon sarà attivato da settembre. Lo rivela Giannelli (ANP)

Stampa

Il Piano estate stanzia presumibilmente circa “24mila euro in media per scuola (8mila istituti scolasticinall’incirca) che distribuiti tra la popolazione studentesca sono circa 24 euro in media investiti a ragazzo, con cui pagare il personale ed implementare i progetti provenienti dal decreto sostegni (150mln) e dalla legge 440 (40 mln) su un totale di 190 mln da sottrarre ai 510mln totali stanziati dal Governo che comprendono anche i Pon (Progetti operativi nazionali, finanziati dall’Ue – ndr)”.

Lo spiega all’Adnkronos il presidente dell’Anp, Antonello Giannelli che precisa: “Ma il Pon sarà attivabile a settembre, dunque non da subito”. Le risorse saranno sufficienti? “Si farà ciò che renderanno possibile. Ma ci aspettiamo che non tutti aderiranno, perché su base volontaria”.

Scuola aperta in estate: come attivarla, chi partecipa, quali attività. Il ruolo degli insegnanti [SPECIALE GUIDA]

“La scadenza del bando per accedere ai Pon (che vengono assegnati sulla base di progetti presentati dalle singole scuole con massimali indicati nell’avviso di 60mila euro fino a 600 iscritti; 100mila oltre i 600 iscritti – ndr) è il 21 maggio. Il Pon non sarà dunque attivabile per chi ha presentato progetti prima di settembre”, rimarca Giannelli.

Dunque i 24 mila euro disponibili in media per scuola a luglio e agosto saranno sufficienti a finanziare la scuola d’estate? “I bacini di utenza sono molto differenziati. Ci saranno casi con esigenze più marcate ed altri in cui le richieste saranno zero. Dipenderà dal numero delle adesioni degli studenti: La scuola d’estate è per chi ha bisogno di sostegno ed occasioni di relazionalità”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata