Scuola estate 2024, Valditara difende il piano e rassicura su tempi e risorse: “Docenti e ATA che parteciperanno saranno retribuiti”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, in un’intervista a La Stampa, ha illustrato i dettagli del suo ambizioso piano per tenere aperte le scuole durante i mesi estivi.

L’iniziativa prevede un notevole investimento di risorse, con 400 milioni di euro già stanziati, ai quali si aggiungono fondi provenienti da altri finanziamenti destinati all’inclusione e alle materie STEM.

L’obiettivo è offrire agli studenti un’ampia gamma di attività, che spaziano da quelle ludiche, sportive e ricreative a corsi di recupero e potenziamento delle competenze, su base volontaria. Il piano prevede il coinvolgimento, sempre su base volontaria e retribuita, del personale docente e ATA.

Tuttavia, alcuni punti interrogativi rimangono. In primis, la disponibilità del personale ATA, in gran parte precario con contratti in scadenza a fine giugno, rappresenta un’incognita significativa. Valditara rassicura: “Ci sarà la possibilità di fare convenzioni con il terzo settore, il volontariato e di coinvolgere gli studenti universitari”.

Nonostante le rassicurazioni del Ministro sull’assenza di ritardi e sulla disponibilità delle risorse, alcuni dubbi permangono sulla fattibilità del progetto nei tempi previsti e sulla sua reale efficacia. L’adesione del personale scolastico e la capacità di coinvolgere altri attori saranno cruciali per la buona riuscita dell’iniziativa.

Piano Estate, 400 milioni di euro alle scuole. Valditara: “La scuola sia punto di riferimento tutto l’anno. Sì alle sinergie con associazioni ed enti locali”. DECRETO e NOTA [PDF]

Piano estate, Valditara: “Il nostro obiettivo è quello di una scuola che sia sempre più un luogo aperto”. LETTERA

DECRETO [PDF]

NOTA [PDF]

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia