Piano scuola 2021-22, aggiornamento: misure da attuare in caso di positivi e Ddi. Le info utili

WhatsApp
Telegram

A seguito della cessazione dello stato di emergenza e viste le nuove disposizioni introdotte dall’art. 9 del DL 24/20222, il Ministero dell’Istruzione, con DM 82 del 31.03.2022, ha pubblicato l’aggiornamento del “Piano Scuola a.s. 2021/2022” nel quale riporta le ultime disposizioni per la prosecuzione delle attività scolastiche conseguenti alla cessazione dello stato di emergenza da Covid-19. Di seguito le sintesi di quanto riportato nel documento allegato, con le indicazioni operative per la gestione dei casi positivi e le misure di contrasto da attivare in ambito scolastico.

Periodo di applicazione

Le nuove disposizioni si applicano dal 1° aprile 2022 e fino alla fine dell’anno scolastico.

Misure generali

Sino alla fine dell’anno scolastico in corso- come afferma la Dirigente Scolastico professoressa Lisa V. Cao dell’Istituto Comprensivo Monserrato 1-2 “A. La Marmora” di Monserrato (CA) – si applica e si precisa:

  • Divieto di accedere o permanere nei locali scolastici se si è positivi al Covid o se si presenta una sintomatologia respiratoria e una temperatura corporea superiore ai 37,5°.
  • Obbligo di utilizzo di mascherine di tipo chirurgico (o di maggiore efficacia protettiva), fatta eccezione per i bambini fino a sei anni di età e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso delle mascherine.
  • La mascherina non va indossata durante le attività sportive.
  • È raccomandato il rispetto della distanza interpersonale;
  • obbligo per tutti, sino al 30 aprile 2022, di possesso/esibizione del Green Pass Base (vaccinazione, guarigione o test) per l’accesso nei locali.

Procedure in caso di alunni positivi a scuola: cosa fare se un alunno è positivo?

Il genitore informa gli uffici di segreteria sulla positività del proprio figlio e fornisce le informazioni necessarie per verificare se l’alunno sia effettivamente entrato in contatto con i compagni e i docenti nel periodo di contagio (informazioni quali data e tipo del tampone, presenza di sintomi, data di comparsa dei primi sintomi, ecc.).

Il dirigente scolastico o il Responsabile Covid della scuola con il supporto degli uffici di segreteria e del docente/coordinatore di classe verifica se l’alunno risultato positivo sia effettivamente entrato in contatto con i compagni nelle 48 ore precedenti ai sintomi o, in assenza di sintomi (asintomatico), nelle 48 ore precedenti alla data dell’effettuazione del tampone risultato positivo. Se nelle 48 precedenti vi è stato contatto dell’alunno positivo con i compagni e i docenti si procede in base al numero totale dei contati rilevati nella stessa classe/sezione, come da indicazioni che seguono. In presenza di massimo 3 casi si raccomanda massima prudenza e non si attiva alcuna procedura specifica. In presenza di 4 o più casi positivi il docente/coordinatore compila il modulo “Protocollo 4 o piu ̀ casi COVID” specifico del proprio ordine di scuola e lo invia al Dirigente che lo inserirà nella bacheca del registro elettronico della classe/sezione interessata.

Riammissione degli alunni positivi

Riammissione in classe degli alunni positivi: gli alunni positivi dovranno seguire le indicazioni del proprio pediatra/medico curante e/o dell’ATS/ASP/ASL; potranno essere riammessi a scuola esibendo l’esito negativo di un tampone molecolare o un test antigenico rapido effettuato in centri a ciò abilitati, da effettuarsi secondo i tempi indicati dal proprio medico.

Quali misure attivare in caso di contatto con positivi a scuola?

In base al numero degli alunni positivi accertati all’interno di una stessa classe/sezione, fermo restando l’utilizzo sino alla fine dell’anno delle mascherine (chirurgiche o di maggiore efficacia protettiva come le FFP2) e le misure standard di distanziamento, areazione e igienizzazione delle mani, si procede come da tabelle che seguono.

Sino a 3 casi positivi

L’attività didattica continua sempre in presenza! Per gli alunni della classe/sezione NON si applica nessuna misura specifica ma si raccomanda il massimo rispetto delle norme di sicurezza (distanziamento, mascherina, areazione locali, igienizzazione mani). Al personale scolastico si applica sempre il regime di auto-sorveglianza con FFP2 per 10 giorni.

Con 4 o più casi positivi

L’attività didattica continua sempre in presenza! Docenti, educatori e alunni di età pari o superiore ai 6 anni DEVONO indossare la mascherina FFP2 per 10 giorni dall’ultimo contatto con il positivo . Alla prima comparsa di sintomi, e ̀ obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o molecolare o un test antigenico autosomministrato da ripetersi, se i sintomi persistono, al quinto giorno. Al personale scolastico si applica sempre il regime di AUTO-SORVEGLIANZA con FFP2 per 10 giorni

L’accertamento del caso di positività ̀ successivo

L’accertamento del caso di positività ̀ successivo, idoneo a determinare le misure sanitarie da applicare, deve avvenire con un intervallo massimo di 5 giorni dall’accertamento del caso precedentemente conteggiato: es. se il 1° caso viene accertato il 10 aprile e quello successivo viene accertato il 15 aprile allora lo si conta come 2° caso. Se invece il caso successivo a quello accertato il 10 aprile, viene accertato il 16 aprile, essendo passati 6 giorni dall’accertamento del primo caso, si riparte con il conteggio.

DDI per alunni positivi e alunni fragili

Gli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria in isolamento (positivi COVID) possono seguire l’attività scolastica nella modalità della didattica digitale integrata (DDI) su richiesta scritta della famiglia, accompagnata da specifica certificazione medica attestante le condizioni di salute dell’alunno medesimo e la piena compatibilità delle stesse con la partecipazione alle attività didattiche.

Agli allievi affetti da grave patologia o immunodepressione (alunni fragili), qualora nella certificazione prodotta sia comprovata l’impossibilita ̀ di fruizione di lezioni in presenza, è garantita la possibilità di svolgere le attività didattiche a distanza nei modi adeguati alle specifiche esigenze dell’allievo.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato