Piano scuola 2021, Toccafondi (Iv): “Bene ministero, ora avanti con vaccinazioni”

Stampa

“Non possiamo che essere d’accordo con il ministero dell’Istruzione e il Cts: l’attività scolastica venga ripresa in presenza”. Lo dichiara Gabriele Toccafondi, capogruppo di Italia Viva in Commissione Cultura alla Camera, a proposito della bozza del Piano scuola 2021-22 del ministero dell’Istruzione in vista di settembre.

Il Ministero – continua – con la bozza del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, conferma le indicazioni del CTS, e ritiene ‘assolutamente necessario dare priorità alla didattica in presenza’. E’ dunque fondamentale predisporre ogni intervento opportuno per consentire, sin dall’inizio dell’anno, il normale svolgimento delle lezioni in presenza in condizioni di sicurezza, ritenuto dal CTS ‘momento imprescindibile e indispensabile‘”.

Giustissima anche l’indicazione che la vaccinazione, come sottolineato dal Cts, ‘costituisce, a oggi, la misura di prevenzione pubblica fondamentale per contenere la diffusione della Sars-Cov-2‘”, aggiunge Toccafondi.

Adesso abbiamo 45 giorni per accelerare le vaccinazioni dei ragazzi con più di 12 anni. Senza percentuali alte di copertura vaccinale, si corre il rischio che la ripresa delle lezioni coincida, come l’anno scorso, con l’aumento dei contagi, le quarantene, i problemi sui risultati dei tamponi e, di fatto, portò il ritorno alla Dad. Cosa che dobbiamo scongiurare con ogni modo vista la catastrofe educativa dovuta alla didattica a distanza“, conclude.

Piano Scuola 2021, mascherine in classe e niente obbligo vaccinale al momento: le novità [TESTO in PDF]

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione