Piano pluriennale assunzioni per inserire abilitati e concorso per neolaureati

WhatsApp
Telegram
Link – Coordinamento Universitario, ADAM Associazione Docenti Abilitati per Merito  – Solo ieri il Governo è stato battuto in Commissione Affari Costituzionali del Senato, chiamata ad esprimere il parere di costituzionalita' sul ddl Buona Scuola.
Link – Coordinamento Universitario, ADAM Associazione Docenti Abilitati per Merito  – Solo ieri il Governo è stato battuto in Commissione Affari Costituzionali del Senato, chiamata ad esprimere il parere di costituzionalita' sul ddl Buona Scuola.

 
L'esito negativo della votazione è stato dovuto anche al fatto che il testo del decreto non era scritto in modo corretto e ciò fa emergere – afferma Alberto Campailla, portavoce di LINK – Coordinamento Universitario – come il Governo affronti la riforma del sistema scolastico in modo frettoloso e superficiale, mettendo in campo solamente aperture di facciata nei confronti delle parti interessate.
 
“Il tema dell'abilitazione e del reclutamento resta uno dei nodi dello scontro tra le forze politiche  e – aggiunge Campailla – non è affrontato con l'ottica di sanare le ingiustizie che sono state fatte in questi anni, fornendo a coloro che si sono abilitati e ai neolaureati la possibilità di avere un percorso chiaro di accesso all'abilitazione o al ruolo. Rispetto al tema del reclutamento riteniamo errato un concorso riservato ai soli abilitati così come vuole l’emendamento Coscia,  poichè questo obbliga chi è già abilitato ad una ulteriore selezione, escludendo invece totalmente i neolaureati che dovrebbero attendere il prossimo concorso previsto addirittura per il 2019. Inoltre qualora non si prevedesse un numero di posti adeguato in questo ipotetico concorso, gli abilitati non usufruirebbero delle opportune tutele, che invece dovrebbero essere loro riservate in virtù delle selezioni da essi sostenute e del servizio prestato.”
 
“E’ necessario, per risolvere il difficile nodo del rapporto tra chi è già abilitato e chi aspira ad abilitarsi,  – sostiene Alessandra Operamolla, presidente di ADAM Associazione Docenti Abilitati per Merito – riconoscere un giusto diritto di priorità a chi ha conseguito (dopo selezione e diverse spese) l’abilitazione, senza escludere, allo stesso tempo, chi non è abilitato dandogli la possibilità di accedere ad un concorso.
Proponiamo, attraverso ulteriori modifiche del disegno di legge in Senato con emendamenti che sono stati presentati da diversi gruppi parlamentari, di inserire nel piano di assunzioni previsto dal DDL Scuola tutti gli abilitati, tramite un piano pluriennale di assunzioni e aprire, di conseguenza, il prossimo concorso ai neolaureati e ai non abilitati. Serve, nello stesso tempo, un meccanismo di abilitazione transitorio che non lasci indietro nessuno e che conduca gradualmente verso il prossimo concorso, il quale dovrebbe essere il primo concorso-corso previsto dal DDL.”
 
“Rispetto ai 36 CFU in materie didattico – pedagogiche necessari per poter partecipare al concorso – corso, si propone – aggiunge Campailla – inoltre di apportare una modifica all’emendamento Ghizzoni, prevedendo il conseguimento dei crediti dopo il concorso, contestualmente al tirocinio . In questo modo si eviterebbe che altri conseguano i crediti necessari per accedere al concorso senza poi vincerlo e quindi senza poter valorizzare il percorso di abilitazione.”
 
“Siamo comunque perfettamente consapevoli – ribadisce Operamolla –  che la nostra proposta non è risolutiva se non si attiva un ragionamento serio sul tema del fabbisogno grazie al quale  possa aumentare il numero di cattedre in base alle effettive esigenze del sistema. Chiediamo inoltre con forza che venga rivista la legge Fornero, nell’ottica di un abbassamento dell’età pensionabile che permetta di liberare un numero superiore di cattedre a favore di una nuova generazione di insegnanti.“
 
Per dare forza alle nostre richieste continuiamo insieme ad altre realtà e coordinamenti di abilitati, la foto-petizione #oraparloio che fin’ora ha avuto decine di partecipanti da tutta italia e lanciamo per stasera un mailbombing a tutti i parlamentari della Commissione Cultura dalle 19 alle 21. La nostra battaglia continua!

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur