Piano Nazionale Scuola Digitale, la consultazione del Ministero prosegue: questionario docenti compilabile fino al 30 novembre

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito riapre la consultazione rivolta ai docenti sul Piano Nazionale Scuola Digitale, per “rispondere alle esigenze di alcune scuole e a fronte della grande richiesta di partecipazione”. Il questionario sarà ancora compilabile fino alle 23:59 del 30 novembre, dopo l’iniziale scadenza fissata al 15 novembre. La proroga riguarda specificamente i docenti, mentre per i dirigenti scolastici la consultazione si è chiusa lo scorso martedì.

L’iniziativa, presentata dal Ministero con nota del 27 ottobre, ha come obiettivo “coinvolgere i diversi attori del sistema scolastico nell’attualizzazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), alla luce dei rapidi cambiamenti in atto e dell’evolversi delle tecnologie digitali“. In una seconda fase l’attività di “ascolto” si estenderà agli studenti.

Con la consultazione del questionario il Ministero è voluto partire “dal cuore pulsante del sistema scolastico, dirigenti e docenti in primis, per dare una nuova veste al PNSD e ridefinirne le azioni” e così “il contributo di ciascuno sarà prezioso per la costruzione della scuola del futuro“.

L’ottica è una progettualità condivisa, per cui risulta “fondamentale l’apporto di coloro i quali, nella quotidianità del fare scuola, hanno ben chiari gli effettivi bisogni, la percezione di cosa ha realmente funzionato e possono suggerire modalità e azioni nuove o più efficaci“.

L’11 ottobre si è insediato il Comitato tecnico scientifico del PNSD, così composto:

— Tommaso Agasisti – coordinatore – professore ordinario presso il Dipartimento di ingegneria gestionale del Politecnico di Milano;
— Dianora Bardi, presidente e fondatrice Associazione Impara Digitale;
— Paolo Benanti, sacerdote francescano, teologo, docente presso la Pontificia Università Gregoriana, sui temi dell’etica delle tecnologie, della gestione dell’innovazione, internet e l’impatto sulle neuroscienze e sulle neurotecnologie;
— Martino Bernardi, designato da Fondazione Agnelli, ricercatore del settore Ricerche e progetti / Education;
— Roberto Bondi, coordinatore del Servizio Marconi T.S.I. Tecnologie per la società dell’informazione, dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna;
— Licia Cianfriglia, vicepresidente nazionale ANP – Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola, coordinatore CIDA Lazio e componente CSPI – dirigente di una scuola secondaria di secondo grado della provincia di Roma;
— Michela Freddano, designata dall’Invalsi, responsabile dell’area Valutazione delle scuole;
— Giulia Guglielmini, presidente della Fondazione per la Scuola;
— Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale;
— Elena Mosa, designata dall’Indire, ricercatrice referente del progetto Avanguardie educative.

QUESTIONARIO 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur