Piano formazione docenti 2016/19, attività sull’inclusione: info Miur. Le risorse

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La nota Miur, riguardante il Piano Nazionale di Formazione dei docenti 2016/19 (ultima annualità 2019), dedica un paragrafo alle attività formative sull’inclusione e riporta la tabella con i fondi appositamente stanziati per ciascuna regione.

Piano formazione docenti 2016/19: risorse per ogni regione. Ruolo collegio docenti

Destinatati, organizzazione e soggetti erogatori della formazione

Il Miur rinvia alla nota n. 32839 del 3/11/2016 per ciò che riguarda:

  • destinatari;
  • modello formativo;
  • organizzazione;
  • soggetti erogatori.

Ne avevamo parlato in Formazione docenti referenti per l’inclusione: percorsi formativi, tematiche da approfondire e fondi per ciascuna Regione. Nota Miur

Iniziative formative

Il Miur, anche in relazione alle novità introdotte dal D.lgs. 66/2017 (Qui il nostro speciale sulla riforma), fornisce dei suggerimenti in merito alle iniziative formative da porre in essere.

I percorsi, si suggerisce, possono prevedere una parte generale comune e una specifica:

– parte comune relativa a:

  • certificazione;
  • diagnosi funzionale, profilo  dinamico funzionale (nella prospettiva della loro evoluzione ).

– parte specifica  relativa al PEI e alla progettazione didattica, differenziandola per i diversi ordini e gradi di istruzione.

Saranno  oggetto di apprendimento – leggiamo nella nota – le modalità per il migliore coinvolgimento dei genitori degli alunni disabili, dei docenti specializzati e di tutti i docenti nei percorsi di integrazione.

Formazione docenti non specializzati

Il numero massimo di per ciascun corso di formazione, ricorda il Miur, è pari a 40 corsisti. Fermo restando il predetto numero, bisognerebbe far partecipare ai corsi anche:

  •  i docenti sprovvisti di titolo di specializzazione, assegnati su posto di sostegno;
  •  i docenti  di posto comune sprovvisti di titolo di specializzazione, assegnati alle classi in cui sono presenti alunni disabili.

Ripartizione risorse

Le risorse destinate alla formazione sull’inclusione sono state ripartite in base alle percentuali del numero dei docenti di ruolo sul sostegno in servizio in ogni regione.

I fondi saranno assegnati direttamente alle scuole-polo per la formazione e sono comprensivi anche di quelli (3%) da destinare a misure regionali di coordinamento, incontri, conferenze di servizio, monitoraggio e supporto, e verrà attribuito alla scuola-polo del capoluogo di regione.

Ecco i fondi per ciascuna regione:

nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione