Piano formazione ATA, articolazione attività: incontri in presenza, laboratori, elaborato finale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con la nota n. 40587 del 22/12/2016 e il DD n. 1443 del 22/12/2016, ha dato il via alle operazioni relative alla formazione del personale ATA, procedendo alla ripartizione delle risorse per regione e descrivendone il percorso formativo.

Il Piano di formazione del personale ATA scaturisce dalla necessità di fornire quelle competenze adeguate all’attuazione della riforma della scuola, come possiamo leggere nella nota:

“Il percorso di attuazione della riforma del sistema istruzione del nostro Paese richiede un investimento formativo consistente dedicato anche allo sviluppo professionale del personale ausiliario, tecnico e amministrativo della scuola”.

La formazione del personale ATA (DSGA, assistenti amministrativi e tecnici, guardarobieri, Cuochi, Infermieri e collaboratori scolastici) si articola in attività in presenza, laboratori formativi dedicati e redazione di un elaborato finale.

Ricordiamo che l’organizzazione delle attività formative è affidata alle scuole-polo per la formazione di ciascuna rete d’ambito, già individuate tenendo conto di quanto previsto dal Decreto del Ministro n.797/2016, scuole che potranno avvalersi del supporto dello staff regionale.

Incontri in presenza

Gli incontri di formazione in presenza avranno una durata di 12-14 ore e si propongono di fa acquisire al personale nuove competenze teoriche e pratiche, tramite metodologie didattiche innovative.

Laboratori formativi

I laboratori formativi avranno una durata di 6 ore (tranne che per le figure di Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Guardarobiere, Cuoco e Infermiere), proponendosi di faciliare lo scambio di esperienze non solo tra i corsisti, considerato che l’obiettivo è di stimolare la collaborazione con tutti gli altri soggetti della comunità scolastica, ossia dirigente scolastico, docenti, alunni e genitori.

Elaborato finale

Quanto all’elaborato finale, in esso si dovrà  di analizzare un argomento o un problema pratico con il coinvolgimento anche dei docenti e del dirigente scolastico della scuola in cui il corsista presta servizio.

Piano formazione ATA: destinatari, modello formativo, tipologia corsi. Nota e decreto Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione