Piano di Dimensionamento, la regione Lazio approva per a.s. 20/21

Comunicato – La Giunta regionale del Lazio ha approvato il Piano di dimensionamento delle istituzioni scolastiche per l’anno 2020/2021.

Si tratta di una pianificazione altamente innovativa che punta, quest’anno, a rafforzare l’offerta formativa in tutte le province del Lazio, con una particolare attenzione agli sbocchi professionali.

In continuità con le indicazioni della Conferenza regionale permanente per l’istruzione, sono state attivate tre nuove sezioni a indirizzo sportivo presso l’Istituto Magarotto di Casal Lombroso (Roma), presso l’Omnicomprensivo di Sabaudia e nel Liceo scientifico Da Vinci di Sora.

Per quanto riguarda la rete scolastica della provincia di Rieti elaborata una strategia ad hoc tenendo conto della situazione ancora molto particolare della popolazione che vive nell’area del cratere sismico e abbiamo accolto la proposta di deroga per il mantenimento dell’autonomia dei Comuni interessati con il mantenimento dell’organizzazione scolastica preesistente. Introdotto il percorso di istruzione per adulti in Manutenzione e assistenza tecnica e l’indirizzo Pasticceria al Pertini di Magliano Sabina.

Per la provincia di Frosinone il Piano prevede l’attivazione di nuovi indirizzi in linea con la vocazione del territorio: ad Alatri sono stati attivati gli indirizzi Informatica e telecomunicazioni e Scienze applicate rispettivamente al Petrini e al Pietrobono. A Sora oltre all’indirizzo Sportivo presso lo scientifico Da Vinci, ci saranno anche gli indirizzi di Grafica e telecomunicazioni e Moda articolazione tessile e Abbigliamento moda presso il Baronio. Al Majorana di Cassino nascono gli indirizzi Trasporti e logistica e per gli adulti quelli in Elettronica-elettrotecnica-automazione e Informatica-telecomunicazioni. Sempre a Cassino, al San Benedetto, è stato introdotto l’indirizzo Coltivazione e lavorazione di materiali lapidei.

Nella provincia di Latina, oltre alla razionalizzazione della rete scolastica di primo grado per gli istituti San Tommaso D’Aquino e Don Andrea Santoro, sono stati introdotti i seguenti indirizzi: Gestione delle acque e risanamento ambientale all’Einaudi-Mattei, Enogastronomia ed ospitalità alberghiera al San Benedetto e Calzature e moda presso il Salvemini. Sempre a Latina sono stati attivati tre diversi corsi per adulti: Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane; Manutenzione e assistenza tecnica; Servizi per la sanità e l’assistenza sociale. Il Piano coinvolge anche gli istituti di Sabaudia, Sezze e Terracina dove, rispettivamente, sono state attivate delle sezioni ad indirizzo Sportivo, di istruzione per adulti sia di primo che di secondo livello (in particolare in Enogastronomia, Sala-vendita e Accoglienza turistica) ed Enogastronomia e ospitalità alberghiera.

Molteplici le novità che riguardano Roma e la sua Provincia. Per gli adulti sono stati introdotti diversi corsi nell’ambito dell’Enogastronomia, Agroalimentare e dell’ospitalità alberghiera, in particolare al Sereni di Roma, al Tognazzi di Velletri, al Colonna Gatti di Anzio e presso le sezioni carcerarie di Rebibbia e Velletri. Al Cannizzaro di Colleferro, sempre gli adulti, potranno seguire il percorso di Chimica, materiali e biotecnologie. Indirizzi in Finanza e marketing sono attivati al Di Vittorio di Ladispoli e allo Stendhal di Civitavecchia. Al Silvestri di Roma sono stati attivati gli indirizzi Costruzioni, ambiente, territorio ed Elettrotecnica. Liceo artistico per gli adulti, infine, al De Chirico di Roma.

A Roma e provincia si amplia anche l’offerta formativa rivolta ai giovani studenti. Da segnalare i percorsi in Audiovisivo al Romana di Ciampino; gestione delle acque e risanamento ambientale all’Ambrosoli di Roma; Prodotti dolciari artigianali e industriali al Baffi di Fiumicino; Relazioni internazionali al Colombo di Roma, al Pertini di Genzano e al Mattei di Cerveteri. A Palestrina nasce il Liceo Linguistico; a Casal Lumbroso lo Sportivo, a Guidonia il Musicale e al Pascal di Roma è attivato l’Economico-sociale. Completano le novità che riguardano l’area metropolitana capitolina, l’attivazione dei percorsi in Sistemi informativi all’Istituto omnicomprensivo di Monterotondo e l’attivazione della sezione ospedaliera dell’istituto Colonna presso l’Ospedale Bambino Gesù di Palidoro.

Infine sono due le novità che riguardano la provincia di Viterbo. Al Da Vinci di Acquapendente nasce il Liceo delle Scienze umane e all’omnicomprensivo di Orte viene attivato il percorso Logistica.

“Sono, infatti, stati introdotti nuovi indirizzi di studio in aree e settori dove le aziende richiedono più manodopera, come ad esempio l’indirizzo Informatica e telecomunicazioni o Enogastronomia e ospitalità alberghiera. Tali novità non riguardano solo i ragazzi ma anche gli adulti che, nel II ciclo a loro dedicato, potranno trovare sempre più percorsi di studio maggiormente spendibili sul mercato del lavoro. Nel Piano, inoltre, si ribadisce l’impegno a continuare a ricorrere allo strumento della concertazione tra le parti per mettere in evidenza le esigenze dei vari Istituti e territori e elaborare le soluzioni più adeguate. Il Piano è frutto proprio di questa concertazione” – parole di Claudio Di Berardino, assessore alla formazione.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia