Piano di assunzione docenti precari estate 2023: scorrimento GPS prima e seconda fascia e corsi universitari. Proposta presente nel DDL di Bucalo (Fratelli d’Italia)

WhatsApp
Telegram

Diventare insegnanti di ruolo: il Ministero comunica l’avvio delle necessarie verifiche per realizzare nel corrente anno un importante piano di assunzioni di personale docente. La parola “importante” lascia il segno e dato il poco tempo a disposizione entro settembre 2023 ci si chiede come si possa realizzare un piano che tenga conto dell’esperienza maturata dai precari nonché assicuri una adeguata preparazione dei nuovi insegnanti in classe.

Non posso che esprimere tutta la mia soddisfazione per le dichiarazioni espresse oggi dal Ministro Valditara che ha anticipato di aver avviato le verifiche necessarie per realizzare quest’anno un ingente piano di assunzioni, in attesa di poter avviare le procedure di reclutamento PNRR. A tal proposito già lo scorso febbraio avevo presentato un disegno di legge per dare una risposta definitiva al problema del precariato, risolvendo il nodo cruciale del reclutamento nella scuola. Nello specifico la proposta prevede, l’assunzione dei docenti che sono iscritti nella prima e nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze, per i posti comuni o di sostegno, o negli appositi elenchi aggiuntivi di sostegno; appositi corsi universitari annuali di abilitazione e specializzazione riservati ai docenti inseriti nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze.” ha dichiarato la Senatrice Ella Bucalo di Fratelli d’Italia, membro della commissione Cultura del Senato e responsabile della Scuola di Fratelli d’Italia.

La proposta prevede l’assunzione dei docenti iscritti nella prima e seconda fascia delle graduatorie per le supplenze, e prevede corsi universitari annuali di abilitazione e specializzazione riservati ai docenti della seconda fascia delle graduatorie. Inoltre, la proposta stabilisce la partecipazione a corsi di specializzazione per coloro che hanno prestato 24 mesi di servizio su un posto di sostegno.

Infine, la proposta stabilisce che le graduatorie siano integrate con i soggetti che hanno conseguito un punteggio minimo nelle prove orali e che le graduatorie di merito dell’ultimo concorso ordinario siano valide fino alla pubblicazione delle graduatorie del nuovo concorso.

SCARICA IL TESTO 

Ministro Valditara parla di concorso riservato

Il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara ha però anticipato al Corriere della Sera una procedura che prevede un concorso per i docenti con almeno 3 anni di servizio o in possesso dei 24 CFU: modalità di accesso ancora da definire. Non sarebbe però una tantum: potrebbe esserne prevista un’altra anche per il prossimo anno scolastico (dunque nel 2024). In questo caso sarebbero ammessi a partecipare gli aspiranti che nel frattempo avranno  conseguito almeno 30 CFU dei 60 previsti con il nuovo percorso PNRR e dalla riforma del reclutamento portata avanti dall’ex ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Vedremo quale bilanciamento si potrà trovare tra le esigenze di assunzioni a settembre 2023 (praticamente alle porte poichè le procedure si svolgono di solito nel mese di luglio) e quella di assumere tramite procedura concorsuale.

Concorso riservato precari, Valditara: “Si svolgerà in estate, circa 25mila posti. Non sarà una sanatoria”

WhatsApp
Telegram

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione