Più sport e salute in classe: siglato protocollo Miur-Coni-Ferrero insieme per diffondere eredità Expo

Stampa

Un protocollo di intesa per diffondere in tutte le scuole l'eredità di Expo e i suoi messaggi sulla pratica sportiva e sull'educazione alla salute e ai corretti stili di vita. E' stato firmato oggi al Ministero dell'Istruzione dal ministro Stefania Giannini, dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, e dal presidente di Ferrero spa, Francesco Paolo Pulci

Un protocollo di intesa per diffondere in tutte le scuole l'eredità di Expo e i suoi messaggi sulla pratica sportiva e sull'educazione alla salute e ai corretti stili di vita. E' stato firmato oggi al Ministero dell'Istruzione dal ministro Stefania Giannini, dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, e dal presidente di Ferrero spa, Francesco Paolo Pulci

Obiettivo comune è "prevenire e contrastare l'insorgenza di disturbi e patologie, correlati a comportamenti alimentari non corretti e sedentarietà", attraverso nuove metodologie didattiche e potenziando l'attività sullo sport.

"Oggi apriamo un nuovo padiglione – ha affermato Giannini di fronte a una platea di studenti – in cui mettiamo un valore, un ideale e un sentimento. Il valore della cultura della salute, perché la somma di tanti bambini consapevoli ed educati alla salute è risultato di una società migliore. L'ideale di persone diverse, come politici, intellettuali e cittadini, responsabili per un pianeta sostenibile e per una condivisione equa dei beni. Il sentimento di aver trasformato un sogno in realtà con l'esperienza di successo come Expo. Ora questo padiglione va portato nelle classi".

Nel corso dell'Expo il Miur è riuscito a coinvolgere oltre 5 milioni di studenti, italiani e stranieri, con progetti online, visite a Milano e concorsi.

Una community – sottolinea il ministero – che ora non va dispersa. Impedirlo "è compito delle istituzioni e anche, ad esempio, delle testimonianze dei volontari", ha osservato Malagò. "Lo sport a scuola – ha aggiunto – è il mantra della mia vita: le cose a fatica si stanno muovendo, è partito un percorso, bisogna vedere a fine stagione se le cose promesse sono state fatte bene. Il mestiere dei dirigenti sportivi sarà molto facilitato dal ruolo dello sport nella scuola nei prossimi anni". L'area Kinder+ Sport, nata dalla collaborazione tra Miur-Coni-Ferrero-Expo ha attratto nei sei mesi di esposizione 230 mila ragazzi.

"L'educazione alla salute e all'attività motoria va diffusa ed estesa sempre più", ha rimarcato Fulci. Il successo di Expo, ha concluso il direttore degli affari istituzionali di Expo, Roberto Arditti, "non era scontato, bisogna consegnarlo al futuro. Si faccia bene anche il dopo Expo. Non sediamoci sugli allori e andiamo avanti".

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur