Petraglia (SEL): Quali le soluzioni del Ministro per smaltire graduatorie docenti?

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – La senatrice Alessia Petraglia, capogruppo di SEL in commissione Istruzione, chiede al Ministro Giannini di conoscere i numeri reali del personale precario.

red – La senatrice Alessia Petraglia, capogruppo di SEL in commissione Istruzione, chiede al Ministro Giannini di conoscere i numeri reali del personale precario.

"Il precariato è un problema che riguarda la vita di tante persone e nel mondo della scuola sta diventando sempre più drammatico. Considerando che il concorso pubblico continuerà ad essere l’unico strumento di  reclutamento dei docenti, vogliamo sapere dal Ministro Giannini quali sono i numeri reali di personale precario inserito nelle graduatorie ad esaurimento, quanti sono i vincitori dell’ultimo concorso, e quanti gli abilitati del tirocinio formativo attivo, nonché la stima di coloro che si sono iscritti ai percorsi abilitanti speciali".

La senatrice aggiunge: "Non si possono continuare a dilazionare i tempi di un piano di stabilizzazione per coloro che comunque da anni, con le loro supplenze annuali, garantiscono il regolare funzionamento delle scuole.

Chiediamo al Ministro come intenda dare risposte certe ai docenti precari che da anni lavorano nella scuola con regolarità di contratto e che da tempo aspettano la sacrosanta assunzione a tempo indeterminato".

Seguici su Fabebook, news in tempo reale

Una risposta sui numeri del personale iscritto nelle graduatorie ad esaurimento in effetti era già stata fornita dal Ministero ad un’altra interrorgazione, sempre della senatrice Petraglia. Sono state presentate 154.394 domande di aggiornamento per il triennio 2014/16. Graduatorie ad esaurimento, 154.394 le domande presentate. Elenchi entro fine luglio

Per quanto riguarda i concorsi invece la richiesta della senatrice potrebbe non avere molto senso, dal momento che il decreto n. 356 del 23 maggio 2014 ha autorizzato lo scorrimento delle graduatorie del concorso indetto con DDG n. 82 del 24 settembre 2012 oltre il numero dei posti banditi, già dall’a.s. 2014/15.

Inoltre, ai fini di un prossimo concorso, oltre al numero degli abilitati TFA e degli abilitandi PAS bisognerà tenere conto anche dei numeri del II ciclo TFA. Il Ministro infatti aveva programmato l’indizione del prossimo concorso a primavera 2015 proprio per permettere la partecipazione anche dei nuovi abilitati. E nel frattempo ci aveva presentato un ambizioso progetto di assunzioni 63mila nuove immissioni in ruolo in 3 anni: ambizioso progetto del Miur

Se il Ministro sarà in grado di mantenere le promesse lo si vedrà già ad agosto 2014.

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA