Petizione per stabilizzazione docenti precari su sostegno. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Anita Pelaggi – Gentili responsabili sindacali e forze politiche tutte, alla luce delle trattative in corso tra Sindacati e Governo,
i DOCENTI PRECARI SU SOSTEGNO CON almeno 36 MESI DI SERVIZIO NELLE SCUOLE PUBBLICHE  chiedono valorizzazione e rispetto per il lavoro svolto fin ora.

PERCHE?
Perché il lavoro sul campo con i bambini, in primis quelli con bisogni speciali, è INVIOLABILE e va tutelato. Noi amiamo il nostro lavoro, ci prendiamo cura dei bambini diamo supporto alle famiglie dei bambini in difficoltà, e ogni fine anno scolastico la domanda è la stessa: Lei ci sarà un altro anno? Posso richiedere la sua presenza?
E’ stato detto tanto di noi ed è mortificante oggi, dopo anni di duro lavoro, apprendere che ci siano difficoltà nella stabilizzazione degli stessi docenti. In 5 anni di precariato ho avuto assegnati i casi più gravi della scuola, ho lavorato con tanti colleghi precari e la dedizione e il lavoro di tutti noi ha fatto la differenza.
I docenti di sostegno hanno diritto ad essere stabilizzati, poiché vengono sfruttati tutti gli anni con contratti reiterati e saranno richiamati nuovamente a settembre sempre da precari.
QUALI SOLUZIONI?
1)  PAS SOSTEGNO FORMATIVO E TEORICO CON IMMISSIONE IN RUOLO
oppure
2) TFA OBBLIGATORIO (SENZA PRESELEZIONE) PER TUTTI I DOCENTI PRECARI CON SERVIZIO SUL SOSTEGNO CON IMMISSIONE  IN RUOLO
Sono fautrice della seguente petizione e lotterò affinché i Docenti precari su sostegno ottengano finalmente una stabilizzazione per il bene della Scuola.
Anita Pelaggi
docente precaria in servizio sul sostegno da 5 anni
Versione stampabile
anief banner
soloformazione