Personale con handicap grave: ecco a quali permessi ha diritto

di Paolo Pizzo

item-thumbnail

Il personale della scuola ha diritto sia ai permessi garantiti dal CCNL che a quelli stabiliti dalla legge. E’ il caso dei permessi ex legge 104/92.

Nadia scrive

Sono una docente di scuola media di ruolo. Avendo il riconoscimento di disabilità e 104 (per me), ho diritto ai tre gg. di riposo mensili? Finora non me li hanno riconosciuti. Grazie

Cosa prevede il CCNL Scuola

Ai sensi  dell’art. 15, comma 6, i dipendenti hanno diritto ai tre giorni di permesso di cui all’art. 33, comma 3, della legge n. 104/92. Tali permessi sono retribuiti, non sono computati ai fini del raggiungimento del limite fissato dai precedenti commi, non riducono le ferie e devono essere possibilmente fruiti in giornate non ricorrenti.

Il successivo comma 7 dell’art. 15 sopra citato dispone, inoltre, il diritto del dipendente ad altri permessi retribuiti previsti da specifiche disposizioni di legge.

Legge 104/92

Il dipendente della scuola portatore di handicap in situazione di gravità potrà usufruire alternativamente dei tre giorni di permesso retribuito, oppure, come sancito dall’art. 33, comma 6 della legge n. 104 del 1992, di due ore di permesso orario giornaliero retribuite.

Tali ore, essendo equiparate a quelle per l’allattamento dalle circolari INPDAP n. 49 del 2000 e n. 33 del 2002 e dalla circolare INPS n. 139 del 2002, ne prevedono analoga distribuzione: due ore al giorno per un orario lavorativo giornaliero pari o superiore alle sei ore, una ora al giorno per un orario inferiore alle sei ore.

Conclusioni

La collega che ci scrive è portatore di handicap in situazione di gravità. Per tale ragione può scegliere se fruire dei 3 gg. mensili oppure distribuire tale diritto per tutta la settimana lavorativa ottenendo una riduzione oraria giornaliera, come avviene per l’allattamento:

  • due ore al giorno per un orario lavorativo giornaliero pari o superiore alle sei ore;
  • una ora al giorno per un orario inferiore alle sei ore.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads