Personale a.t.a. transitato dagli EE.LL. allo Stato: la CISL Scuola scrive al MIUR

di redazione
ipsef

CISL – Lo scorso 7 giugno la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo ha emesso la sentenza con la quale si riconosce la sostanziale violazione da parte dello Stato italiano del diritto del personale in questione al trattamento economico spettante in base all’anzianità di servizio complessivamente maturata.

CISL – Lo scorso 7 giugno la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo ha emesso la sentenza con la quale si riconosce la sostanziale violazione da parte dello Stato italiano del diritto del personale in questione al trattamento economico spettante in base all’anzianità di servizio complessivamente maturata.

La CISL Scuola interviene sul Ministero dell’Istruzione con una specifica lettera nella quale – dopo aver ripercorso le ultime fasi di una ormai più che decennale traversia – “si esprime l’avviso che il Governo … nel dare attuazione al disposto della Sentenza, data l’assoluta specificità del caso, si attivi – pur nell’attuale fase di moratoria contrattuale – per l’avvio di una specifica sessione negoziale, per la quale si rivendica quale condizione imprescindibile l’espressa indicazione e la conseguente messa a disposizione delle parti trattanti di specifiche risorse economiche, previamente individuate, necessarie a chiudere la vicenda”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione