Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Personale ATA supplente: il dirigente non vuole concedermi un giorno di ferie, come faccio?

Stampa

Ferie personale ATA: quanti giorni spettano, in quale periodo. Mai imposte d’ufficio, neanche in emergenza Coronavirus.

Buongiorno.
Sono una CS a tempo determinato  III FASCIA, con incarico annuale. Due settimane fa avevo bisogno di un giorno di ferie e, anticipandolo in segreteria, mi è stato risposto di non produrre affatto richiesta in quanto essendo impossibilitati a nominare sulle ferie non mi sarebbe stato accordato.
Durante le festività natalizie sono stata obbligata a coprire i giorni infra festivi con le ferie.
Mi chiedo, se durante i nove mesi di incarico dovessi avere bisogno di assentarmi un giorno dal lavoro come devo risolvere?
Grazie

di Giovanni Calandrino – innanzitutto chiariamo che le ferie d’ufficio non sono legittime, dunque la sua dichiarazione “Durante le festività natalizie sono stata obbligata a coprire i giorni infra festivi con le ferie” sta ad indicare un procedimento illegittimo da parte del suo DS.

Le ferie, costituiscono un diritto irrinunciabile e devono essere fruite durante l’anno scolastico, compatibilmente con le esigenze di servizio e tenuto conto delle richieste di ogni singolo dipendente.

Ferie del Personale a Tempo Determinato:

L’art. 19 del CCNL/2007 prevede che sono proporzionali alla durata del servizio prestato. L’utilizzo delle ferie nei periodi di sospensione delle lezioni nel corso dell’anno scolastico non è obbligatorio.

Si applicano le disposizioni previste per il personale a tempo indeterminato salvo alcune precisazioni, qualora la durata del rapporto di lavoro a tempo determinato sia tale da non consentire la fruizione delle ferie maturate, le stesse saranno liquidate al termine dell’anno scolastico e comunque dell’ultimo contratto stipulato nel corso dell’anno.

Pertanto il DS può non concedere le ferie per motivate esigenze di servizio, naturalmente con provvedimento scritto.

Dunque l’unico istituto contrattuale che le consente di assentarsi dal lavoro una giornata, sottraendo di fatto la discrezionalità di concessione al DS, sono i permessi per motivi personali che nel suo caso essendo a tempo determinato sono non retribuiti.

Art. 19.7 CCNL/2007 [omissis]Sono, inoltre, attribuiti permessi non retribuiti, fino ad un massimo di sei giorni, per i motivi previsti dall’art.15, comma 2 (giorni di permesso per motivi personali o familiari documentati anche mediante autocertificazione).

Quanti giorni di ferie spettano

Le ferie, come stabilisce l’art. 13 del CCNL, costituiscono un diritto irrinunciabile e devono essere fruite durante l’anno scolastico, compatibilmente con le esigenze di servizio e tenuto conto delle richieste di ogni singolo dipendente.

Devono essere richieste al Dirigente Scolastico, secondo le modalità e i termini stabiliti dalla contrattazione d’istituto.

Periodo maturato ogni anno scolastico (dal 1° Settembre al 30 Agosto):

  • Personale con un’anzianità di servizio inferiore ai tre anni: 30 giorni lavorativi;
  • Dopo i tre anni di servizio, comunque prestati: 32 giorni lavorativi;
  • Il periodo di ferie maturato è in proporzione dei dodicesimi di servizio prestato, le frazioni superiori ai 15 giorni sono considerate come mese intero;

Importante ricordare che le assenze per malattia non riducono il periodo di ferie.

È possibile fruire almeno 15 giorni consecutivi nel periodo tra il 1° Luglio e il 31 Agosto. La rimanente durata può essere fruita nel corso dell’anno scolastico, compatibilmente con le esigenze di servizio.

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile