Personale ATA, quando le ferie non fruite possono essere pagate

Stampa

Personale ATA: quando può avvenire la monetizzazione delle ferie non fruite. 

ataUn nostro lettore chiede

Sono un assistente amministrativa con  incarico al 30 giugno, purtroppo non ho potuto fruire di tutte le ferie maturate nel corso dell’anno scolastico.

Volevo sapere se la scuola me le può liquidare. Grazie 

di Giovanni Calandrino – In base alle circolari applicative di quanto stabilito dall’art. 5, comma 8, del D.L. 95 convertito nella legge 135 del 2012 (MEF-Dip. Ragioneria Generale dello Stato prot. 77389 del 14/09/2012 e prot. 94806 del 9/11/2012- Dip. Funzione Pubblica prot. 32937 del 6/08/2012 e prot. 40033 dell’ 8/10/2012), all’atto della cessazione del servizio le ferie non fruite sono monetizzabili solo nei casi in cui l’impossibilità di fruire delle ferie non è imputabile o riconducibile al dipendente come le ipotesi di decesso, esigenze di servizio, malattia e infortunio, risoluzione del rapporto di lavoro per inidoneità fisica permanente e assolutacongedo obbligatorio per maternità o paternità.

Pertanto, per esempio, ove la malattia abbia impedito il godimento delle ferie, le stesse saranno liquidate al momento della quiescenza.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa