Personale ATA, Pacifico (Anief): “Chiediamo l’organico aggiuntivo PNRR. Più risorse anche per buoni pasto e carta 500 euro”

WhatsApp
Telegram

“Chiediamo un organico aggiuntivo PNRR. Non bisogna più chiamarlo organico Covid, ma bisogna qualificarlo come organico funzionale alla progettazione, organizzazione e attuazione del PNRR”: così Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ricorda in una diretta Facebook una dei punti dei 40 emendamenti alla Legge di bilancio 2023 inviati dal Sindacato alla V Commissione Bilancio della Camera dei deputati.

“Lo abbiamo già detto a un incontro a Palazzo Chigi, al premier Meloni. Queste risorse devono essere prese dal PNRR. L’investimento 1.3 della missione 4 del PNRR deve essere interpretata con risorse aggiuntive alla scuola e non con tagli. L’articolo della Legge di bilancio che vede la soppressione di 600 sedi di presidenza, deve essere sostituito con un articolo che vada a dare alle attuali 600 scuole normo dimensionate un preside, un Dsga e quindi un collaboratore scolastico. Le scuole devono avere più autonomia nella misura in cui devono avere un preside, un Dsga, e non avere accorpamenti e reggenze” sottolinea Pacifico.

Per quanto riguarda in particolare gli organici ATA, il presidente ricorda che nella proposta dell’Aran sul rinnovo del CCNL scompaiono i profili As e C, “Noi invece vorremmo che venissero attivati dopo 35 anni, si tratterebbe di 20 mila posti in più per il personale ATA. E poi vorremmo che ci fosse un assistente tecnico per ogni istituto comprensivo, quindi vorremmo 3000 posti in più per gli AT“.

Servono i soldi per valorizzazione i Dsga, attivare i passaggi verticali. E non dimentichiamo i buoni pasto e la carta formazione (500 euro attualmente destinata solo ai docenti) anche per gli ATA” conclude Pacifico.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi