Personale ATA: ore di straordinario, retribuite o fruite “a compensativo”

di redazione

item-thumbnail

Personale ATA: le ore di lavoro svolte oltre l’orario di lavoro devono essere sempre considerate straordinario. Cosa comporta. 

Un nostro lettore chiede

Sono un collaboratore scolastico a tempo indeterminato. Mi hanno proposto, x esigenze di servizio, di  fare un orario su 6 giorni con circa 30 minuti di straordinario al giorno, che verranno recuperati stando a casa un sabato ogni 15 giorni. Quindi x un totale di 2 giorni al mese. Come mi verranno calcolate le ferie? Secondo voi è possibile farlo solo durante le attività didattiche e nei mesi estivi fare un orario su 6 giorni di 6 ore al giorno, oppure il calcolo ferie diventa complicato? Grazie mille

di Giovanni Calandrino – Le ferie le verranno calcolate alla stregua degli altri colleghi che lavorano 6 giorni alla settimana, infatti i 30 minuti extra all’orario di lavoro sono considerati come straordinario e come tale deve essere retribuito, se invece decide (su base volontaria) di fruirlo a compensativo potrà recuperarlo secondo le esigenze di servizio, che possono corrispondere con la modalità offerta dalla scuola, cioè stare a casa due sabati al mese.

Può leggere anche

Personale ATA: lo straordinario è sempre retribuito

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads