Personale ATA, Anief apre le adesioni al ricorso gratuito per attivare i profili Area C e AS Servizi Scolastici

Anief – Il CCNL Scuola 2018 non ha cambiato la Tabella A allegata al CCNL del 29/11/2007 che prevede, per il personale ATA ben due profili dell’Area C (rispettivamente per gli Assistenti Amministrativi e per gli Assistenti Tecnici) e uno dell’Area As (Servizi Scolastici) che ad oggi non sono mai stati attivati né previsti negli organici dal Ministero dell’Istruzione.

Per questo motivo, l’Anief impugna al TAR Lazio il Decreto del Ministro dell’Istruzione 8 agosto 2020 n. 94 che autorizza il contingente ATA da immettere in ruolo nell’a.s. 2020/2021 senza prevedere l’attivazione dei due profili. Adesioni sul portale ANIEF entro l’8 settembre. Se accolto, dopo anni dall’istituzione dei relativi profili, il Miur dovrà attivare almeno altri 20 mila posti in organico di diritto per il personale ATA.

Al dicastero di viale Trastevere sulle progressioni di carriera del personale Ata si continua a fare “orecchie da mercante”. “Nonostante fossero già previsti dal CCNL Scuola del 2007 – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – nulla si è ancora mosso per l’effettiva attivazione dei profili dell’Area C e As Servizi Scolastici, esistenti solo sulla carta e mai effettivamente avviati. Il nostro sindacato, dunque, ha predisposto l’adesione a uno specifico ricorso aperto a tutto il personale ATA di ruolo per ottenere in tribunale l’accertamento, a carico del Miur, dell’obbligo di prevedere gli organici anche per questi profili e consentirne, così, l’attivazione”.

La Tabella A allegata al CCNL 29/11/2007, infatti, enuclea le professionalità articolate nei profili di Area del personale ATA e prevede espressamente il profilo dell’Area C – Assistente Amministrativo e Assistente Tecnico che, nei diversi profili dovrebbe svolgere attività specifiche così distinte: per Amministrativo “attività lavorativa complessa con autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione e nell’esecuzione degli atti a carattere amministrativo contabile di ragioneria e di economato, pure mediante l’utilizzazione di procedure informatiche. Sostituisce il DSGA. Può svolgere attività di formazione e aggiornamento ed attività tutorie nei confronti di personale neo assunto. Partecipa allo svolgimento di tutti i compiti del profilo dell’area B. Coordina più addetti dell’area B”; per Tecnico “attività lavorativa complessa con autonomia operativa e responsabilità diretta, anche mediante l’utilizzazione di procedure informatiche nello svolgimento dei servizi tecnici nell’area di riferimento assegnata. In rapporto alle attività di laboratorio connesse alla didattica, è subconsegnatario con l’affidamento della custodia e gestione del materiale didattico, tecnico e scientifico dei laboratori e delle officine, nonché dei reparti di lavorazione. Conduzione tecnica dei laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l’efficienza e la funzionalità. Partecipa allo svolgimento di tutti i compiti del profilo dell’area B. Coordina più addetti dell’area B”.

Per quanto riguarda il profilo As – Servizi Scolastici, la stessa Tabella prevede: “coordinamento dell’attività del personale appartenente al profilo A, di cui comunque, in via ordinaria, svolge tutti i compiti. Svolge attività qualificata di assistenza all’handicap e di monitoraggio delle esigenze igienicosanitarie della scuola, in particolare dell’infanzia”.

Di questi profili, non vi è traccia nemmeno nell’ultimo decreto ministeriale 94/2020 che autorizza gli organici ATA per le immissioni in ruolo per il prossimo anno scolastico. Per questo Anief ha deciso di avviare il ricorso gratuito per gli Assistenti Tecnici e Amministrativi di ruolo con almeno 5 anni di servizio a tempo indeterminato, relativamente all’attivazione del profilo dell’Area C appartenente alla propria categoria, e per i Collaboratori Scolastici di ruolo, per l’accesso al profilo interno alla propria Area As – Servizi Scolastici. Termine ultimo di adesione al ricorso Anief è il prossimo 8 settembre.

Per aderire al ricorso Aniefclicca qui.