Personale Ata, al via l’attuazione del nuovo CCNL con le novità sulle posizioni economiche. Pacifico (Anief): “È un primo importante passo”

WhatsApp
Telegram

Si è da poco conclusa l’informativa al MIM sul Decreto relativo alla modalità di attuazione delle posizioni economiche finalizzate alla valorizzazione professionale de personale Ata all’interno delle Aree.

Per l’Anief hanno partecipato la Segretaria Generale Chiara Cozzetto, la responsabile della Consulta Ata Cristina Dal Pino, il responsabile del Dipartimento Condir Alberico Sorrentino e il capo dipartimento in fieri Federata-Anief Giuseppe Mancuso.

L’Amministrazione ha reso noto che, oltre alla rivalutazione delle 51.941 posizioni attualmente in godimento, saranno attivate 50.547 nuove posizioni economiche e di queste 31257 nell’area dei Collaboratori, 13697 nuove prime posizioni economiche nell’area degli assistenti, 5593 nuove seconde posizioni economiche nell’area degli assistenti.

“È un primo importante passo – dichiara Marcello Pacifico, presidente Nazionale Anief – con uno sblocco di oltre 70 milioni di euro”.

La delegazione Anief ha richiesto all’Amministrazione di valutare ai fini della partecipazione all’attivazione delle nuove posizioni economiche anche il servizio pre-ruolo prestato dal personale ATA e che ai fini dei 5 anni di anzianità sia considerato anche l’attuale anno di servizio.

Anief ha sottolineato come sia necessario prevedere una deroga che tenga conto sia delle graduatorie esistenti e di quanti sono rimasti sospesi a causa dell’impossibilità di completare il percorso iniziato a causa della mancata attivazione dei corsi da parte del Ministero nella previgente disciplina.

L’attribuzione delle nuove posizioni avverrà mediante procedure selettive attivate dal Ministero all’esito del percorso di formazione.

In ordine a questo aspetto il sindacato guidato da Marcello Pacifico ha fatto presente la necessità di garantire l’accesso ai percorsi formativi a tutti coloro che ne faranno richiesta atteso che i corsi si svolgeranno in modalità asincrona e resteranno fruibili per 45 giorni dal loro avvio.

Nel merito delle tematiche dei percorsi formativi appare imprescindibile puntare a una formazione puntuale soprattutto per quanto concerne l’assistenza non specialistica agli alunni diversamente abili. Per l’area degli assistenti è prevista una formazione ad ampio raggio che tenga conto delle nuove piattaforme digitali e l’attuazione dei nuovi processi di innovazione (PNRR, PNSD, ecc.).

Per quanto riguarda la valutazione dei titoli dichiarati la delegazione Anief ha proposto l’opportunità di attribuire, a parità di punteggio e di anzianità nella graduatoria degli assistenti, una valutazione superiore a quanti abbiano svolto il ruolo di sostituto DSGA.

In conclusione dei lavori Anief ha chiesto all’Amministrazione di procedere con la massima urgenza nell’attivazione dei percorsi formativi per dare finalmente compiuta valorizzazione mediante il riconoscimento del beneficio economico a tutto il personale ATA che da anni porta avanti le scuole con sacrificio ed abnegazione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri