Persi in 10 anni 2.400 euro di reddito pro capite

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il reddito pro capite degli italiani è calato dell’8,4% dal 2007 al 2017, in pratica 2.400 euro a testa, attestandosi sotto la media europea.

Peggio di noi hanno fatto Cipro (-8,6%) e Grecia (-23,3%), mentre si sono verificati degli aumenti in altri Stati come +1,2% in Portogallo, +2,9% in Francia, +3,2% nel Regno Unito, +10,6% in Germania e addirittura +36,9% in Irlanda.

Nel 2017 il reddito pro capite degli italiani (26.300 euro) è superiore a quello degli spagnoli (24.500 euro), dei greci e dei portoghesi (17.400 euro) ma resta inferiore a quello della maggior parte dei Paesi europei: Lussemburgo (81.800 euro), Irlanda (56.400 euro), Danimarca (46.500 euro), Svezia (43.000 euro), Paesi Bassi (40.700 euro), Austria (37.100 euro), Finlandia (35.700 euro) e Germania (35.500), Belgio (34.900 euro), Francia (32.300 euro) e Regno Unito (32.100 euro).

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione