Permessi per motivi personali e per concorsi: giorni e retribuzione supplenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono un insegnante a tempo determinato su sostegno con incarico annuale fino al 30 giugno 2019, quanti giorni di permesso retribuito per motivi personali/familiari e per la partecipazione a concorsi o esami mi spettano al mese?

Rispondiamo alla nostra lettrice, riferendo quanto previsto dal CCNL 2007 confermato dal Contratto 2016-18 per quanto in esso non previsto.

Personale non di ruolo: permessi per motivi personali/familiari e per concorsi o esami

E’ l’articolo 19 del CCNL 2007 a disciplinare per il personale a tempo determinato i permessi per motivi personali e familiari.

Sulla base del succitato articolo, al personale supplente:

  • sono concessi 8 giorni per anno scolastico, compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio, per la partecipazione a concorsi o esami;
  • sono attribuiti 6 giorni al massimo per motivi personali e familiari.

Permessi: risposta al quesito

Rispondiamo alla nostra lettrice, evidenziando che i succitati giorni non spettano al mese ma per l’intero anno scolastico, ossia nel corso dell’anno possono essere chiesti al massimo 8 giorni per concorsi o esami e 3 giorni per motivi personali/familiari.

Sottolineiamo, infine, che i succitati giorni di permesso non sono retribuiti, per cui interrompono l’anzianità di servizio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione