Permessi malattia bambino, 5 giorni per figlio tra tre e otto anni. Come si calcolano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I permessi per malattia bambino per figlio di età compresa tra i tre e gli otto anni sono cinque per anno di vita del bambino.

D. Quanti giorni di malattia sono previsti dopo il terzo anno di età?

R. A ciascun genitore sono riconosciuti, sempre alternativamente, 5 giorni lavorativi l’anno , per le malattie di ogni figlio di età compresa fra i tre e gli otto anni.

D. I 5 giorni sono retribuiti?

R . No.

I 5 giorni di congedo si intendono per anno di vita del bambino (dal giorno successivo al compimento del terzo anno di età a gli otto anni compreso il giorno del compimento dell’ottavo anno di età) ma non sono retribuiti .

D. Può un genitore rinunciare al diritto dei 5 giorni e trasferirlo all’altro genitore?

R . No.

Il genitore non può usufruire, oltre ai giorni annui che gli spettano per la malattia del figlio, in questo caso 5, anche di quelli dell’altro genitore, in presenza di rinuncia.

D. Come incide la malattia del figlio, retribuita e non retribuita, nell’anzianità di servizio?

R. Ai sensi della tabella allegata al CCNI della mobilità per la valutazione dei servizi di pre ruolo e di ruolo del personale docente, tutti i periodi di congedo retribuiti e non retribuiti disciplinati dal Decreto Legislativo 26.3.2001 n. 151 (Capo III – Congedo di maternità, Capo IV – Congedo di paternità, Capo V – Congedo parentale, Capo VII – Congedi per la malattia del figlio ) devono essere computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti .

Pertanto, i periodi di congedo per malattia del figlio, retribuiti e non retribuiti (compresi quindi i 5 giorni fruiti dopo il terzo anno di vita del bambino) , dovranno essere considerati “effettivo servizio” per il personale assunto a tempo determinato (sono quindi utili ai fini della valutazione del servizio pre ruolo, dell’aggiornamento delle graduatorie permanenti/istituto/esaurimento, se coperto da nomina) e indeterminato (sono utili per il c.d. “anno di servizio”).

I periodi retribuiti di 30 giorni, fruibili sia in modo continuativo che frazionato, non riducono le ferie né la tredicesima mensilità.

Per il personale docente in anno di prova ( neo immesso in ruolo o che ha ottenuto il passaggio di ruolo ):

I periodi di malattia del figlio, retribuiti e non retribuiti, non sono utili ai fini del compimento dei 120/180 giorni.

Per le segreterie. Il codice B020/HH15 (CONGEDO PER LA MALATTIA DEL FIGLIO DI ETÀ COMPRESA TRA I TRE E GLI OTTO ANNI) è stato aggiornato il calcolo relativo alla durata massima cumulativa, i 5 giorni usufruibili sono riferiti all’anno di vita del bambino e non più all’anno solare.

Aspettative, congedi, permessi, congedo per malattia del figlio fino agli 8 anni di età.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione