Permessi per lutto per lo zio, congedo biennale per assistenza solo se disabile è convivente

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Congedo biennale per la madre solo se convivente

Docente – Sono un’insegnante residente nelle Marche e ho mia mamma gravemente malata che vive in provincia di Torino. So che con la 104 posso usufruire di tre giorni al mese non cumulabili non sufficienti pero’ ad un significativo aiuto alla mamma.  Volevo chiedere se c’erano altre forme di aiuto, anche parzialmente penalizzanti dal punto di vista economico, per poter dare un’assistenza più’ significativa tenendo conto che sono anche io mamma di due piccole bimbe. Grata per una sua eventuale risposta.

Permessi per lutto: lo zio è parente di terzo grado

Francesca – durante le vacanze di Natale ed esattamente il 25 Dicembre ho avuto un grave lutto: é morto mio zio. Non avendo mio zio altri parenti, oltre a  e e mia madre,  dopo i giorni di assistenza in ospedale e il funerale, ho utilizzato parte delle ferie per sbrigare delle pratiche. Ho letto che nel comparto scuola si ha diritto ai 3 giorni di lutto per parenti fino al terzo grado,anche dopo i 7 giorni dall’evento luttuoso. Il mio sindacato peró mi ha detto che non é cosí e che, al di lá dei giorni trascorsi, non avrei proprio diritto perche gli zii non sono contemplati tra le figure familiari per le quali si possono chiedere i giorni. Scrivo perche due anni fa una mia collega ottenne 3 giorni per lutto per una ex suocera che, tra l’altro, viveva in altra regione. Ma immagino che cio rientri nei poteri di discrezionalità del DS. Come devo comportarmi? Posso richiedere i giorni o devo astenermi dal farlo? Vi ringrazio come sempre per il vostro prezioso aiuto.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione