Permessi. Autocertificazione, per formazione, per il personale a tempo determinato, per il part-time

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

5 giorni per attività di formatore anche per il personale a tempo determinato

Docente – Se un supplente annuale chiede di assentarsi in quanto relatore a un convegno organizzato dall’università esistono altri congedi a cui ha diritto? Vi ringrazio.

Numero di permessi per motivi personali per i docenti assunti a tempo determinato

Nicoletta – Buonasera vorrei sapere : un supplente annuale quanti giorni di permesso per motivi personali ha diritto in un anno?

Part time verticale e permessi 104/92. Il CCNL/2007 non prevede il riproporzionamento

Maria Rita – Buongiorno, sono Assistente Amministrativo in un Istituto di Scuola Superiore 2° Grado e ho da richiedervi gentilmente un chiarimento relativo alla nuova sentenza riferita alla Legge 104 (giorni consentiti in part time verticale con orario superiore 50%). Io lavoro 3 gg. (18 h) su 5 (la mia scuola effettua orario settimana corta) ed usufruisco dei permessi per mio papà con Legge 104 (invalido 100% con gravità). Posso richiedere anch’io i 3 gg. o mi spetta sempre un solo giorno come sin’ora consentito ? Cordiali saluti.

Permesso per motivi personali e autocertificazione. Chiarimenti

Liliana – Ho inviato alla mia Dirigente regolare domanda per usufruire di due giorni  dei tre che mi spettano di permesso retribuito, motivando la richiesta con: “necessità di assistere un famigliare per intervento chirurgico”. Mi sono sentita dire che la motivazione non è completa: in un primo tempo la Dirigente mi ha chiesto di allegare gli estremi della prenotazione e comunicare il nome dell’ospedale;  le ho fatto presente che questo potrebbe violare la privacy e che, a mio avviso,  la mia autocertificazione dovrebbe bastare. Ho avuto il suo diniego e vuole comunque una dichiarazione rilasciata dalla struttura sanitaria che attesti la mia presenza nei due giorni, in quanto, dal 1° settembre sarebbe cambiata la normativa. Vorrei sapere come mi devo comportare e se realmente sono state introdotte norme restrittive riguardo all’autocertificazione. Ringrazio per l’attenzione e in attesa di un cortese riscontro saluto cordialmente.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione