Permane il diritto alla ricostruzione di carriera, anche da pensionati

di Lalla

La Segreteria Uil Scuola Brindisi – Il Giudice del Lavoro di Brindisi, in due controversie patrocinate dall’avv. Emiliano Caliolo, ha stabilito che, nel caso di passaggio di ruolo da un grado inferiore ad uno superiore, il diritto alla nuova ricostruzione di carriera nel grado superiore matura non appena il docente abbia superato l’anno di prova.

La Segreteria Uil Scuola Brindisi – Il Giudice del Lavoro di Brindisi, in due controversie patrocinate dall’avv. Emiliano Caliolo, ha stabilito che, nel caso di passaggio di ruolo da un grado inferiore ad uno superiore, il diritto alla nuova ricostruzione di carriera nel grado superiore matura non appena il docente abbia superato l’anno di prova.

Pertanto, se lo stesso docente ha superato l’anno di prova a giugno ed a settembre è stato collocato a riposo, matura ugualmente il diritto al nuovo inquadramento, anche se cessato dal servizio ed anche se non più presente nel sistema informatico del MIUR.

MIUR e MEF condannati ad ottemperare sia al nuovo inquadramento che all’adeguamento delle posizioni stipendiali pensionistiche e di buona uscita.

Versione stampabile

Permane il diritto alla ricostruzione di carriera anche da pensionati

di redazione

UIL scuola Brindisi – Un altro importante successo della Uil Scuola Brindisi. Il Giudice del Lavoro di Brindisi, in due controversie patrocinate dall’avv. Emiliano Caliolo, ha stabilito che, nel caso di passaggio di ruolo da un grado inferiore ad uno superiore, il diritto alla nuova ricostruzione di carriera nel grado superiore matura non appena il docente abbia superato l’anno di prova.

UIL scuola Brindisi – Un altro importante successo della Uil Scuola Brindisi. Il Giudice del Lavoro di Brindisi, in due controversie patrocinate dall’avv. Emiliano Caliolo, ha stabilito che, nel caso di passaggio di ruolo da un grado inferiore ad uno superiore, il diritto alla nuova ricostruzione di carriera nel grado superiore matura non appena il docente abbia superato l’anno di prova.

Pertanto, se lo stesso docente ha superato l’anno di prova a giugno ed a settembre è stato collocato a  riposo, matura ugualmente il diritto al nuovo inquadramento anche se cessato dal servizio ed anche se non più presente nel sistema informatico del MIUR.

 MIUR e MEF condannati ad ottemperare sia al nuovo inquadramento che all’adeguamento delle posizioni stipendiali pensionistiche e di buona uscita.

Versione stampabile
soloformazione