Docenti neoassunti, quante ore per ogni attività e tempistica

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

La nota Miur n. 35085 del 2 agosto 2018 ha fornito indicazioni in merito allo svolgimento dell’anno di prova e formazione dei docenti neoassunti e non, rinviando al percorso formativo delineato dal DM n. 850/2015.

Ricordiamo le attività e la tempistica dell’intero percorso: dalla nomina del tutor alla valutazione finale.

Percorso formativo

Il percorso formativo, che svolgeranno i docenti in anno di formazione e prova, è articolato in:

  1.  incontri propedeutici e di restituzione finale;
  2. laboratori formativi e/o visite in scuole innovative;
  3. ” peer to peer “;
  4. formazione on-line (l’ambiente online aprirà a novembre).

Le attività avranno una durata complessiva di 50 ore. Di seguito le singole attività e le ore destinate a ciascuna di esse:

  • bilancio iniziale delle competenze – 3 ore;
  • incontro propedeutico – 3 ore;
  • laboratori formativi e/o visite in scuole innovative – 12 ore;
  • attività di peer to peer – 12 ore;
  • formazione on-line – 14 ore;
  • bilancio finale delle competenze – 3 ore;
  •  incontro di restituzione finale – 3 ore.

Ricordiamo che il bilancio iniziale delle competenze costituisce il documento sulla base del quale docente neoassunto e dirigente scolastico stipulano il Patto di sviluppo professionale. Nel Patto vengono fissati gli obiettivi di sviluppo delle competenze di natura culturale, disciplinare, didattico – metodologica e relazionale, che il neoassunto deve conseguire attraverso le suddette attività formative (e anche tramite le attività organizzate dall’istituzione scolastica o da reti di scuole e l’eventuale uso del bonus 500 euro).

Informativa dirigente scolastico

Il dirigente scolastico, una volta individuato il tutor, fornisce un’informativa al neoassunto su: obblighi di servizio legati al periodo di prova, modalità di svolgimento e conclusione del percorso da seguire.

Tempistica

Questa, secondo la CM Miur n. 36167 del 5/11/2015, la time line  che regola le attività previste nel corso dell’anno di formazione e prova, riguardanti scuole, neoassunti, tutor e comitato di valutazione:

(*L’indire, per il 2018/19, ha indicato il mese di novembre)

nota 2 agosto 2018

NB: quanto suddetto riguarda i docenti assunti da GaE e da GM 2016; quanto ai docenti ammessi al III anno FIT, seguono un percorso differente sebbene per certi aspetti simile. La grande differenza consiste che gli ammessi al FIT sono ancora supplenti ed entreranno in ruolo al termine del predetto terzo anno, previa valutazione positiva. Approfondisci

Versione stampabile
anief
soloformazione