Percorso FIT. Incontro al MIUR sulle principali problematiche: depennamento dalle graduatorie solo dal terzo anno, rinuncia e trattamento giuridico del personale già in ruolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A margine dell’incontro di oggi con i sindacati sugli organici, si è anche parlato del concorso abilitati per l’accesso al FIT.

Secondo quanto scrive la CISL, è stata consegnata alle organizzazioni sindacali una tabella contenente il numero delle domande di partecipazione al concorso riservato, suddiviso per ciascuna classe di concorso, mentre manca il prospetto distinto per regioni.
Saranno aggregate su base interregionale le domande per le quali il numero risulta esiguo. Le aggregazioni saranno pubblicate nella G.U. del 13.4.2018;

ci sarà un’integrazione del DM contenente i programmi delle prove di esame per quelle classi di concorso ad esaurimento (es. trattamento testi) mancanti di programmi a cui fare riferimento, in quanto classi non comprese tra quelle previste nel bando di concorso 2016.

E’ stata avviata, infine, la discussione su alcuni aspetti applicativi del percorso FIT riguardanti tra l’altro 1) le modalità di depennamento da tutte le graduatorie a seguito dell’accesso al terzo anno; 2) la possibilità di rinuncia; 3) il trattamento giuridico del personale di ruolo destinatario del percorso FIT per la medesima o per altra classe di concorso.

Ci sarà un  ulteriore incontro dopo le festività pasquali per discutere di tutte le casistiche da affrontare.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare