D. Delibere

Stampa
Contenuti

Come delibera il Parlamento

Il Parlamento decide attraverso il voto di cui ogni parlamentare è titolare. Ogni Camera può deliberare se, al momento della votazione, è presente in aula la maggioranza dei suoi membri (quorum costitutivo o numero legale). I provvedimenti per essere approvati, richiedono maggioranze diverse (quorum deliberativo) in base all’importanza della materia da trattare:

  • la maggioranza relativa (metà + 1 dei membri di ciascuna Camera che risultino presenti in aula al momento del voto): è la maggioranza richiesta per la validità della maggior parte delle deliberazioni parlamentari, incluso il voto di fiducia al Governo;
  • la maggioranza assoluta (metà + 1 dei componenti di ciascuna Camera); è richiesta ad es. per l’approvazione del regolamento di Camera e Senato o lo scostamento dal pareggio di bilancio;
  • la maggioranza qualificata (i 2/3 o i 3/5 dei componenti di ciascuna Camera).

Queste ultime due maggioranze sono ad es. richieste per la votazione del Presidente della Repubblica o per  l’approvazione di una legge costituzionale.

Nella maggior parte dei casi il Parlamento delibera a voto o scrutinio palese. Questo per evitare il problema, posto in passato, dei franchi tiratori (parlamentari che, coperti dall’anonimato del voto segreto, votavano contro le indicazioni del proprio schieramento, ribaltando così i rapporti tra maggioranza e opposizione).

In alcuni casi circoscritti si ricorre allo scrutinio segreto (ad es. per la votazione del Presidente della Repubblica). Di regola, le sedute delle Camere sono pubbliche per garantire il controllo dell’opinione pubblica.


Testo di Loredana Rosso
editing di
WinScuola

Stampa