1. Decentramento e sussidiarietà

Stampa
Contenuti
Ti trovi qui:

Nel nostro Stato italiano è in corso da tempo un processo di decentramento che ha avviato una tendenza, che proseguirà anche nei prossimi anni, ad emanare ed applicare provvedimenti volti a rafforzare le autonomie locali.

L’art.5 Cost., prevede il passaggio dalla forma di Stato accentrato a quella di Stato regionale e pone le basi per il trasferimento di funzioni e responsabilità dal governo centrale agli organi periferici. Alla base del decentramento vi è il principio di sussidiarietà, regolato dall’art. 118 Cost., in base al quale le attività amministrative competono agli enti territoriali più vicini ai cittadini e possono essere avocate dai livelli centrali solo se gli enti locali non sono in grado di assicurare un servizio efficace ed efficiente.

Una svolta decisamente autonomista si è avuta in seguito alle L. cost. n.1/1999 e n.3/2001 con cui sono stati riformati i rapporti tra Stato e Regioni a favore di un deciso decentramento. La normativa modificata, contenuta nel Titolo V della Costituzione italiana trasferisce così, dai livelli più alti, lo Stato centrale, a quelli locali, le Regioni, maggiori compiti decisionali.

<!-- Codice credito HTML per Can Stock Photo --> <a href="https://www.canstockphoto.it">(c) Can Stock Photo / bymandesigns</a>


Testo di Loredana Rosso
editing di
WinScuola

Stampa