Percorsi abilitanti docenti con servizio, discorso si riapre a gennaio ma tempi potrebbero essere lunghi

Docenti con servizio: una delle richieste dei sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA è un sistema stabile e strutturato per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria. 

Nel verbale di conciliazione del 19 dicembre è stato raggiunto un accordo, seppure vago, per una ripresa del discorso a gennaio.

Nell’accordo è specificato che i lavori dovranno concludersi entro il mese di febbraio, per inserire il percorso nel disegno di legge collegato alla Legge di Bilancio. Con l’auspicio di un esame parlamentare in tempi brevi.

Dopo la delusione per la mancata approvazione del PAS per docenti con almeno tre anni di servizio all’interno del Decreto scuola approvato in forma definitiva il 19 dicembre, questo accordo è una ulteriore ancora di speranza per i docenti.

Questi ultimi temono infatti che, se non si supera la prova scritta del concorso straordinario (sarà necessario conseguire almeno 7/10), l’unico percorso di abilitazione sarà affidato al concorso ordinario.

Vi è da considerare inoltre che non si sa ancora se il concorso straordinario sarà bandito per tutte le classi di concorso, né se per una classe di concorso non bandita per lo straordinario, potrà esserci l’ordinario. Teoricamente potrebbero esserci docenti per i quali non verrà avviata la possibilità di conseguire l’abilitazione.

Concorso straordinario secondaria: forse non ci si potrà abilitare per tutte le classi di concorso

Nel frattempo, il discorso si sposta anche sul futuro reclutamento dei docenti.

L’idea del sottosegretario Azzolina (M5S) è quella di una laurea abilitante all’insegnamento, a numero chiuso.

Novità abilitazione docenti: laurea specialistica a numero chiuso

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia