Percorsi abilitanti, D’Aprile (Uil Scuola Rua): “Servono garanzie per i docenti ingabbiati, quelli del concorso straordinario bis e coloro che hanno tre anni di servizio”

WhatsApp
Telegram

C’è poco di straordinario, va strutturato un reclutamento serio e snello oltre a valorizzare e non disperdere le esperienze di tutto il personale acquisite sul campo. Siamo in attesa del Decreto che dovrà chiarire – ci auguriamo – in maniera definitiva, i contenuti dei prossimi percorsi abilitanti. Dal decreto ci aspettiamo garanzie per i docenti ingabbiati, per quelli che hanno sostenuto il concorso straordinario-bis e per coloro che hanno almeno tre anni di servizio.

Ad affermarlo è Giuseppe D’Aprile, Segretario generale Uil Scuola Rua.

“Abbiamo più volte sollecitato il Ministero dell’Istruzione e del Merito e la politica a definire un sistema – strutturato e stabile nel tempo, afferma D’Aprile – che sia da garanzia alla formazione iniziale del personale docente e nello stesso tempo non lasci fuori coloro che vantano almeno tre anni di servizio”.

Il decreto Pa Bis è in fase di trasformazione in legge – afferma D’Aprile – per questo continuiamo a rivendicare percorsi specifici di abilitazione per coloro che possiedono già un’altra qualifica su un altro posto o grado di scuola, così come per i triennalisti, ovvero coloro che hanno svolto almeno tre anni di servizio nella scuola. Ricordiamo che, molti di questi docenti sono oggi inseriti nelle graduatorie del concorso straordinario bis, non risultando vincitori. A tale personale deve essere consentito l’accesso, senza numero chiuso e senza selezione in ingresso, ai prossimi percorsi abilitanti“.

Non abbiamo dimenticato il concorso straordinario abilitante bandito in Gazzetta Ufficiale tre anni fa, che non è mai stato attuato. Si restituiscano quindi i 15 euro già versati allo Stato per prove, appunto, mai effettuate, e si permetta ai docenti con almeno tre anni di servizio e ai docenti ingabbiati di abilitarsi con un percorso specifico con quote a loro dedicate“, conclude D’Aprile.

 

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA