Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Percorsi abilitanti 60 e 30 CFU, non si possono frequentare se già iscritti in altro corso con obbligo di frequenza. Eccezioni possibili

WhatsApp
Telegram
insegnanti didattica a distanza

Stanno per partire i corsi abilitanti per docenti. Le Università attendono solo il via libera dal Ministero dell’Università per avviare i corsi che permetteranno di ottenere l’abilitazione all’insegnamento.

Fra le tante domande che sono giunte nel corso del Question Time in diretta su OS TV del 26 febbraio, è arrivata una da parte di un utente che ha chiesto: “Possibile la doppia immatricolazione ai percorsi abilitanti per chi frequenta il TFA, ma è esonerato dagli insegnamenti secondo il DM 930/2022?”

A rispondere Chiara Cozzetto, segretaria nazionale Anief.

Il MUR ha evidenziato che la normativa rispetto all’iscrizione contemporanea a due percorsi universitari proibisce l’iscrizione a due percorsi che prevedono entrambi l’obbligo di frequenza“, spiega Cozzetto.

Quindi la sindacalista conferma che ci si può immatricolare a due percorsi contemporaneamente a patto che non abbiano entrambi l’obbligo di frequenza.

Dunque, con il TFA sostegno, in teoria, si creerebbe incompatibilità.

Nello specifico della domanda però, con “esonerato dagli insegnamenti” probabilmente il lettore faceva riferimento al percorso abbreviato che alcuni docenti seguono perché già in possesso di altra specializzazione.

La legge che permette doppia iscrizione universitaria

Il disegno di legge titolato “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore” si compone di 6 articoli, consente l’iscrizione di ciascuno studente, contemporaneamente a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

Al contempo, il nuovo provvedimento vieta l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea o di laurea magistrale appartenenti alla stessa classe, né allo stesso corso di master, neanche presso due diverse università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

E’ l’art. 3 del D.M. 930/2022 a prevedere  che qualora uno dei due corsi di studio sia a frequenza obbligatoria (come nel caso delle scuole di specializzazione mediche) sia consentita l’iscrizione al secondo corso di studi che non presenti obblighi di frequenza.

Il DM n. 930/2022  attuativo della legge  al quale il lettore fa riferimento, afferma inoltre “Qualora uno dei due corsi di studio, secondo quanto disciplinato nel rispettivo regolamento didattico del corso di studio, sia a frequenza obbligatoria, è consentita l’iscrizione ad un secondo corso di studio che non presenti obblighi di frequenza. Tale disposizione non si applica relativamente ai corsi di studio per i quali la frequenza obbligatoria è prevista per le sole attività laboratoriali e di tirocinio

I docenti che stanno seguendo il TFA sostegno con percorso abbreviato infatti sono “esonerati” in tutto o in parte dalla frequenza degli insegnamenti, mentre rimangono obbligatori laboratori e tirocinio. Nel dm n. 92/2019 si legge infatti ” gli Atenei valutano le competenze già acquisite e predispongono i relativi percorsi, fermo restando l’obbligo di acquisire i 9 crediti di laboratorio e i 12 crediti di tirocinio, espressamente previsti dal D.M. sostegno, come diversificati per grado di istruzione.

Pertanto, per rispondere al quesito bisogna armonizzare le due normative. Bisogna capire se c’è un esonero totale dagli insegnamenti nel percorso del TFA sostegno, che permetterebbe di usufruire dell’art. 3 del DM 930/2022, poiché la frequenza dei percorsi abilitanti è invece obbligatoria.

Obbligo frequenza percorsi abilitanti

E’ obbligatoria per una percentuale minima del 70% di ogni attività formativa (art. 7, comma 7 del DPCM del 4 agosto 2023).

Esclusivamente per gli anni accademici 2023/2024 e 2024/2025, i percorsi universitari di formazione iniziale da 60 e 30 CFU possono essere svolti in modalità telematica sincrona, ad eccezione dei tirocini e dei laboratori, con una percentuale massima del 50% del totale.

Solo i percorsi da 30 CFU per docenti già abilitati in altra classe di concorso/grado di istruzione e/o specializzati possono essere erogati in modalità online sincrona per tutte le attività ma il divieto di contemporanea iscrizione ad altro corso con frequenza rimane.

Saranno le singole Università a decidere quali attività potranno essere seguite in modalità telematica sincrona.

L’anno accademico

Va poi aggiunta un’ulteriore indicazione relativa all’anno accademico. Il TFA sostegno afferisce all’anno accademico 2022/23 e il percorso abilitante al 2023/24, quindi di fatto l’iscrizione non risulterebbe contemporanea.

Riteniamo sia doveroso porre il quesito anche ai rispettivi Atenei, trattandosi di una situazione normativa nuova (quando sono stati pubblicati i decreti attuativi sulla doppia frequenza universitaria infatti i percorsi abilitanti non erano stati ancora strutturati).

ASCOLTA LA RISPOSTA DI CHIARA COZZETTO AL MINUTO 12:05 

TUTTE LE RISPOSTE

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri