Percorsi abilitanti: 100 euro solo per presentare domanda, no domanda per altro Ateneo se non si rientra nei posti. Sindacati dove sono? Lettera

WhatsApp
Telegram

inviata da Alessia Polizzi – mi affido alla vostra pagina per esprimere tutto lo sconforto e il profondo senso di ingiustizia legato a quanto sta accadendo nel mondo della scuola. È assolutamente scorretto che il governo abbia proposto i corsi di abilitazione a pagamento per consentire ai docenti di passare in prima fascia.

Le motivazioni sono diverse:

1. L’accesso a questi corsi richiede una tassa che varia da €100,00 a €150,00 senza dare alcuna certezza in merito all’esito della domanda.
2. Molti enti stanno aprendo corsi senza alcuna preparazione e senza alcun calendario obbligando i futuri docenti a pagare ugualmente nel tentativo di rientrare nelle graduatorie.
3. Molti corsi si trovano a km di distanza e non prevedono la modalità telematica a distanza rendendo tutto ancora più dispendioso.
4. I corsi da 60 cfu sono aperti anche ai neolaureati anche se poi nella graduatoria vengono conteggiati titoli e anni di servizio.
5. Ci si può iscrivere fino a Dicembre 2024 solo ad un corso e se si viene respinti non si può più presentare domanda per altri corsi.
6. Alcune classi di concorso non sono state aperte.

In tutto questo i sindacati dove sono? Il Ministro Valditara pensa forse che il comparto “aspiranti docenti” rappresenti una banca da cui prelevare costantemente denaro? Non dovrebbe essere lo Stato a garantire l’aggiornamento professionale se ha a cuore la cultura e l’istruzione? Chiedo per un amico…..

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri