Percorsi 30 CFU: maestra con diploma ISEF può accedere, ma abilitazione sarà solo per secondaria non per motoria alla primaria

WhatsApp
Telegram

Docente con diploma magistrale (o comunque abilitazione per il grado primaria) e diploma ISEF può partecipare ai percorsi abitanti organizzati dalle Università e in partenza nelle prossime settimane? La risposta è affermativa: il docente in possesso di abilitazione per altro grado di scuola o altra classe di concorso o specializzazione e titolo idoneo per l’accesso alla scuola secondaria, può conseguire l’abilitazione ai sensi dell’art. 13 del DPCM 4 agosto 2023.

Diploma ISEF: a cosa dà accesso

Il dm n. 255 del 22 dicembre 2023 ha modificato i requisiti di accesso alle classi di concorso A048 e A049, che dall’11 febbraio 2024 risultano accorpate nella classe A048 Scienze motorie e sportive nell’istruzione secondaria di I e II grado.

Nel decreto si legge

“Coloro i quali, all’entrata in vigore del presente decreto, sono in possesso di titoli di studio validi per l’accesso alle classi di concorso ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19, come modificato e integrato dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’Università e della ricerca del 9 maggio 2017, n. 259, con particolare riferimento all’art. 5, possono fare riferimento ai requisiti ivi previsti per presentare domanda di partecipazione alle procedure concorsuali, alle procedure abilitanti e ai percorsi di specializzazioni sul sostegno o per accedere alle graduatorie per il conferimento delle supplenze.”

Pertanto rimangono ancora validi i titoli di accesso previsti dal DPR 19/2016 e dm n. 259/2017 per chi è ne in possesso entro il 10 febbraio 2024.

I suddetti decreti prevedono

“In base all’art.5 del DM 259/2017 sono fatti salvi, ai fini dell’accesso alle classi di concorso, i requisiti previsti dalla precedente normativa (DD.MM. n. 39 del 30 gennaio 1998n. 22 del 9 febbraio 2005) se conseguiti entro la data del 23 febbraio 2016 per il DPR19/2016 e del 9 maggio 2017 per il DM 259/2017″

Quindi chi è in possesso del diploma ISEF è ancora salvaguardato per l’accesso alle classi di concorso della scuola secondaria primo e secondo grado, A048 e A049.

Accesso ai percorsi abilitanti per la secondaria

Sono in partenza in queste settimane i percorsi abilitanti previsti dall’art. 13 del DPCM 4 agosto 2023, riservati ai docenti già in possesso di abilitazione ad altro grado di scuola o classe di concorso o specializzazione sostegno e di titolo di studio completo per l’accesso ad una classe di concorso della scuola secondaria, per la quale si richiede l’abilitazione.

Il percorso prevede l’acquisizione di 30 CFU, può essere erogato in modalità telematica sincrona per il 100% delle attività e non prevede tirocinio. E’ necessaria la presenza per almeno il 70% delle attività formative e prevede una prova finale scritta e orale.

I primi corsi sono già stati avviati. Ecco i BANDI aperti, con le scadenze per la presentazione della domanda.

Docenti della primaria in possesso di diploma ISEF

Si tratta di una situazione abbastanza diffusa: docenti, possibilmente di ruolo, alla primaria in possesso del diploma ISEF.

Il diploma ISEF costituisce per normativa titolo di accesso utile per le classi di concorso della scuola secondaria, pertanto è possibile accedere ai percorsi previsti per il conseguimento di “altra abilitazione”.

Abilitazione valida solo per la scuola secondaria

Attenzione: l’abilitazione conseguita avrà validità solo per la scuola secondaria, sia di primo che di secondo grado in base all’accorpamento disposto con Decreto n. 255 del 22 dicembre 2023.

Ottenuta l’abilitazione il docente può richiedere il passaggio di ruolo attraverso la mobilità professionale.

Non è invece una soluzione per chi aspira ad insegnare ed. motoria alla scuola primaria, coniugando l’esperienza già acquisita con il sogno professionale di sfruttare le competenze maturate in un ambito nel quale ci si sente motivati.

Per diventare insegnante di ed. motoria alla primaria è necessario essere in possesso della laurea idonea e superare l’apposito concorso (il primo, per 1.740 posti è in corso di svolgimento).

Le lauree richieste sono

  • LM-47 “Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie” oppure
  • LM-67 “Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate” oppure
  • LM-68 “Scienze e tecniche dello sport” oppure
  • titoli di studio equiparati alle suddette lauree magistrali, ai sensi del DM 9 luglio 2009, come da tabella allegata (quali: LS 53 “Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie”; LS 75 “Scienze e tecnica dello sport”; LS 76 “Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative”) oppure
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente. Sono,  invece, ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli suddetti, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento, entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle istanze di partecipazione al concorso.

Diploma ISEF non è valido per il concorso: ricorso rigettato

Uno dei ricorsi presentato avverso i requisiti del concorso indetto con Decreto n. 233 del 4 agosto 2023 non ha avuto esito positivo.

Concorso educazione motoria, diploma ISEF non è titolo di accesso. Ricorso al Tar, i giudici confermano bando

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€