Perché un regolamento per la gestione del “Laboratorio di volo”: in allegato un esempio di documento

WhatsApp
Telegram

Tutti i laboratori hanno, come è risaputo, un ruolo fondamentale negli istituti scolastici, professionali e tecnici. Di particolare utilità è il “Laboratorio di volo” negli istituti ad indirizzo aeronautico. è all’interno del laboratorio che, in questo caso, è molto particolare, che vanno sperimentate e impiegate tutte quelle metodologie didattiche innovative, consistenti principalmente nell’imparare a fare in un ambiente operativo reale che per un istituto del genere risulta davvero molto importante. Le missioni di volo, che sono il principale impegno formativo di tali laboratori, sono pianificate adoperando le fonti di informazioni aeronautiche, molte di esse disponibili sui siti on-line ufficiali e, tra questi, quelli dell’Ente Nazionale Assistenza Volo, l’importante Sevizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. I laboratori si servono, anche, del simulatore di volo per ciò che concerne la navigazione, e del simulatore di Traffico Aereo per ciò che concerne, invece, le comunicazioni radio. Il laboratorio è, anche, il luogo nel quale si realizza e si inoltra, on-line, il piano di volo e si effettua il volo.

Le missioni del “Laboratorio di volo”

L’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “Arturo Ferrarin” di Catania, diretto magistralmente dal Dirigente Scolastico dott.ssa Patrizia Pittalà, è certamente, insieme all’Istituto di Istruzione “Baracca” di Forlì, diretto con grande competenza dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Maura Bernabei, uno degli istituti, ad indirizzo aeronautico, più all’avanguardia del nostro sistema scolastico. avremo modo, successivamente, di illustrare, anche per gli altri istituti italiani, quelli che sono i brillanti progetti attuati e in fase di realizzazione anche grazie ai finanziamenti giunti alle scuole dal PNRR. Come si evince dal progetto “Laboratorio Volo” dell’IIS “Baracca” di Forlì “realizzare l’interdisciplinarietà in un unico progetto, in cui il velivolo risulta l’elemento fondamentale per chiarire le interazioni fra diverse discipline. Le missioni del Laboratorio Volo sono parte di un percorso didattico che integra le materie d’indirizzo (Traffico Aereo, Navigazione, Meteorologia, Aerotecnica, Lingua Inglese e Diritto,) con competenze espressive e relazionali acquisite tramite discipline d’indirizzo generale umanistico e scientifico”.

Pianificazione e sicurezza aerea

Il “Laboratorio di Volo” permette, inoltre, di conseguire competenze nel campo della pianificazione e della sicurezza. È nel laboratorio di volo che l’allievo di questa tipologia di istituti comprende che la sicurezza finale del processo produttivo, nel caso specifico proprio il Trasporto aereo, vuole e pretende una attenta pianificazione e una perfezionata esecuzione di una serie di passi operativi concatenati, in cui anche quelli apparentemente meno significativi possono risultare essenziali per il raggiungimento del successo della missione. In cosa consiste tale missione? La sicurezza del volo in primis. Non di minor interesse è la regolarità e l’efficienza della stessa. Fattori che, nel campo del trasporto aereo, sono irrinunciabili. Le competenze apprese (fatte proprie) sono cedibili a tutti i processi produttivi e, comunque, in ogni settore. Non di minor interesse è, come specifica sempre il progetto dell’Istituto di Istruzione “Baracca” di Forlì, lo sviluppo, all’interno del laboratorio, delle abilità e delle competenze indispensabili per constatare quanto sarà spendibile nel campo del lavoro aeronautico.

“Crew coordination” e “Crew integration”

Sempre il lavoro in laboratorio permette di sviluppare le competenze di lavoro in gruppo meglio noti come “Crew coordination” e “Crew integration”. Questi davvero essenziali nel campo aeronautico ma spendibili anche in altri ambiti di lavoro. Gli studenti imparano a individuare i propri compiti all’interno dell’equipaggio e se ne assumono la responsabilità, cercando di portarli a termine accuratamente. Il laboratorio, ben strutturato, come quello dell’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “Arturo Ferrarin” di Catania e dell’Istituto di Istruzione “Baracca” di Forlì, permette, di fatto, di motivare gli studenti allo studio, adoperando strumenti e metodologie trascinanti e all’avanguardia. Gli allievi concretizzano, personalmente, a scuola, nel corso delle lezioni teoriche e nel corso delle simulazioni in laboratorio, il loro progetto di vita e sperimentano la piena simmetria con la realtà nella quale opereranno. Ciò è la modalità per verificare, costantemente, in classe, la propria vocazione professionale.

Il “Regolamento attività di volo” dell’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “Arturo Ferrarin” di Catania

In allegato il Regolamento delle attività di volo dell’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “Arturo Ferrarin” di Catania. Tale regolamento, eccellentemente articolato e strutturato, sottolinea, se mai ve ne fosse bisogno che “organo sovrano per le decisioni in merito alle attività di volo è il Consiglio d’istituto. Esso può avvalersi, per la gestione dell’attività di volo, di una Commissione a carattere consultivo, che fornisce consulenza tecnica al Consiglio stesso”. è, infatti, sempre il Consiglio d’istituto “può nominare una Commissione per le attività di volo. La Commissione, se istituita, si riunirà mensilmente e, qualora se ne ravvisi l’esigenza, anche con cadenze diverse, previa convocazione del Dirigente Scolastico”.

25.07.2023 – Regolamento Attività di volo

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri