Perchè non creare due classi di concorso per il sostegno solo per laureati? Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Roberto Ferrari – Spett. Redazione di Orizzonte Scuola,

sono un docente di ruolo e, come tale, non personalmente coinvolto dalla questione dei docenti diplomati che in molti casi hanno ingiustamente preceduto nell’assegnazione delle supplenze sul Sostegno molti docenti laureati poiché, a causa di un’anomalia legislativa, alcuni diplomi di scuola secondaria di 2° grado sono considerati titolo abilitante per gli insegnamenti tecnico-pratici.

Propongo una semplicissima soluzione per risolvere in poco tempo questo problema. Basterebbe creare due nuove classi di concorso specifiche per il Sostegno, che a tutt’oggi non esistono (ad esempio AS 01 – Sostegno scuola secondaria di 1°grado  e  AS 02 – Sostegno scuola secondaria di 2° grado)   prevedendo come titolo di accesso il possesso di qualsiasi Laurea  unitamente alla Specializzazione sul Sostegno.

In tal modo, oltre a rendere piu’ qualificato l’insegnamento di Sostegno che sarebbe svolto solo da docenti laureati, cesserebbe di esistere la palese ingiustizia che vede attualmente favoriti, soprattutto nelle supplenze, gli insegnanti in possesso di un diploma abilitante in discipline tecnico-pratiche (ITP) rispetto ai docenti che hanno dovuto impiegare molti anni per il conseguimento della laurea e dell’abilitazione all’insegnamento.

Questa soluzione era stata ipotizzata dal Ministero nella prima bozza delle nuove classi di concorso per l’insegnamento nelle scuole secondarie (classi AS 01 e AS 02) ma è stata inspiegabilmente cancellata nella versione definitiva.

Roberto Ferrari

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare