Percettori reddito di cittadinanza che lavorano a scuola per i Puc devono esibire Green pass. Nota

WhatsApp
Telegram

I percettori di reddito di cittadinanza che lavorano a scuola attraverso i progetti utili alla collettività (Puc) sono tenuti ad esibire il Green pass per l’ingresso nell’edificio scolastico. A chiarirlo una nota del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Chiunque accede alle strutture scolastiche, educative e formative deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde Covid-19 (in virtù dell’art. 9-ter.1, introdotto al DL 6 agosto 2021, n. 111 in sede di conversione dalla Legge 24 settembre 2021, n. 133). La misura non si applica ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Nel caso in cui i beneficiari Rdc non possiedano il green pass al momento dell’accesso alla struttura pubblica ove si svolge il PUC, al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro, saranno considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di
emergenza, precisa la nota.

Il mancato rispetto di tali disposizioni si configurerà quale mancata partecipazione al PUC, sarà considerato assenza ingiustificata e trattato come previsto in casi di assenza ingiustificata reiterata ai sensi del DM 22 ottobre 2019.

Al beneficiario che non intendesse dotarsi di green pass potrà essere suggerito preventivamente di rinunciare al RDC per evitare la decadenza e poter ripresentare immediatamente domanda non appena disponesse della certificazione o quest’ultima non fosse più ritenuta necessaria in termini di legge.

Nota

Percettori di Rdc che lavorano a scuola

I beneficiari Rdc sono tenuti a svolgere Progetti Utili alla collettività (PUC) nel comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16. Fanno parte di questi progetti i lavori svolti nelle scuole.

Abbiamo recentemente affrontato la tematica in relazione alla valutazione del punteggio in terza fascia ATA per chi svolge attività con i Puc nelle scuole come aiutante ATA.

Percettori di reddito di cittadinanza lavorano come aiutanti ATA nelle scuole: il servizio fa punteggio in graduatoria?

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur