Percettori del reddito di cittadinanza impiegati come steward nelle scuole: l’idea di Novelli (Forza Italia)

Stampa

”Ormai quotidianamente i presidi italiani denunciano come sia per loro impossibile garantire il giornaliero controllo dei green pass per l’accesso alle strutture scolastiche”. Così Roberto Novelli, deputato di Forza Italia, componente della commissione affari sociali.

“A pochi giorni dall’inizio delle lezioni, è necessario che governo e istituzioni locali trovino rapida soluzione al problema. Soluzione che è a portata di mano – spiega – impiegando i percettori di reddito di cittadinanza nelle attività di controllo delle certificazioni verdi. Al netto della necessità di rivedere questo strumento, e fuori dalla facile demagogia che si può fare al riguardo, questa è l’occasione di dimostrare che l’impiego dei percettori del reddito può essere utile per accompagnare le amministrazioni locali nella gestione delle emergenze”.

“Si può, anzi si deve fare, del resto chi ne ha diritto deve svolgere tra le 8 e le 16 ore settimanali di lavoro socialmente utile secondo i Progetti Utili alla Collettività varati dai comuni. Nel nostro Paese più di 1 milione di nuclei familiari percepiscono il reddito di cittadinanza ma, secondo quanto riportato da Anci, poco più di 5mila persone sono impiegate nei lavori socialmente utili. E’ giunta l’ora di dare una doppia svolta, alla battaglia alla diffusione del Covid nelle scuole e alla piena attuazione delle politiche attive destinate a chi percepisce il reddito di cittadinanza”, conclude Novelli.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione